Torna la Girandola di Castel Sant’Angelo 

girandola-2

Il 29 Giugno immancabile appuntamento per i romani e i tanti turisti in città con la Rievocazione storica della Girandola di Castel Sant’Angelo.

  Il tradizionale spettacolo di fuochi d’artificio che celebra la festa di San Pietro e Paolo, Patroni della Capitale torna in sincronia musicale a PIAZZA DEL POPOLO.

L’ideatore e progettista della “Rievocazione Storica della Girandola” nonché direttore tecnico per la realizzazione, il cav. Giuseppe Passeri, ha recuperato e rievocato per la prima volta la Girandola nel 2006 eseguendola dai Colli Vaticani in occasione dell’anniversario dei 500 anni della fondazione della Guardia Svizzera Pontificia. Successivamente nel 2008 ha ripristinato e proposto l’evento in base ai suoi studi storici- filologici a Castel Sant’Angelo per ben otto anni di seguito.

Ora, seguendo le orme storiche dell’architetto Luigi Poletti e Virginio Vespignani la Girandola si svolge per la seconda volta dalle Terrazze del Pincio.

girandola-2.jpg

PROGRAMMA:

ore 17.00 Regata dei circoli storici presso il Ponte Margherita – Banchina Regina Margherita lato Ripetta;

ore 20.30 esibizione della Banda dei Granatieri di Sardegna e Reggimento Lancieri di Montebello, entrambi in tenuta d’epoca.

ore 21.30 Spettacolo pirotecnico, in sincronia musicale su repertorio di musica classica, allestito sulla terrazza del Pincio. Il pubblico è invitato ad assistere allo spettacolo da Piazza del Popolo.

Charity: quest’anno l’impegno sociale collegato all’evento e rivolto ai terremotati del Centro Italia, in particolar modo a quelli del paese di Capodacqua che in quest’occasione saranno rappresentati dall’Associazione “Capodacqua Viva”.

 La raccolta fondi si svolgerà a Piazza del Popolo – lato Via del Corso nella giornata del 29 giugno.

Sarà, inoltre, possibile donare tramite il link: http://www.capodacquaviva.it/sito/donazioni-a-favore-dellassociazione/

 Cosa si festeggia con la Girandola di Castel Sant’Angelo?

La “Meraviglia del Tempo” nasce a Roma nel 1481 per volontà di Papa Sisto IV e viene da quel momento in poi utilizzata per celebrare i principali eventi e festività religiose dell’anno, come la Santa Pasqua, la ricorrenza dei Santi Pietro e Paolo e l’incoronazione del nuovo Papa.

girandola_a_castel_sant_angelo.jpg

Spiegare cosa fosse la Girandola e ciò che rappresentò per oltre trecento anni è complicato, così come sarebbe riduttivo definirlo un semplice fuoco d’artificio, perché la Girandola era un evento che richiamava spettatori da tutta Europa, un appuntamento dove accorrevano stranieri di ogni grado e ceto sociale fino al 1861, quando i capricci del tempo e della memoria hanno poi relegato nel dimenticatoio questo antico momento di festa durante il quale il Castello, e Roma stessa, diventava un palcoscenico per gli spettatori sull’altra riva del Tevere.

girandola15_672-458_resize.jpg

Secondo la tradizione fu Michelangelo Buonarroti l’ideatore della Girandola nel periodo in cui lavorava su committenza di Papa Giulio II; storicamente accertata è la rielaborazione successiva di Gian Lorenzo Bernini, che ne affinò la scenografia del movimento.

11_672-458_resize1.jpg

Uno spettacolo da non perdere!
Simonetta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.