Esperanto Fest a ‘Na Cosetta!

 Andrea Satta

Esperanto Fest, seconda serata a ‘Na Cosetta, con Andrea Satta e l’artista tunisino Marwan Samer, Giovedì 14 dicembre alle 22!

La musica come incontro tra realtà e mondi diversi, così come l’Esperanto, la lingua artificiale e universale che nasce con lo scopo di favorire le relazioni interpersonali e la pace nel mondo.

esperanto-fest.jpg

Dopo il successo della prima serata, torna il secondo appuntamento targato “Esperanto Fest“, il 14 dicembre a ‘Na Cosetta, a partire dalle 22, con ospiti come il pediatra e musicista dei Tetes de Bois Andrea Satta e l’artista tunisino Marwan Samer, che ha lavorato con Eugenio Bennato e il cantante algerino Khaled. Ad accompagnare la voce e l’Oud di Samer, quattro musicisti dell’ensemble multietnico Med Free Orkestra: Daniele Di Pentima alla batteria e percussioni, Riccardo Di Fiandra al basso, Valerio Guaraldi alla chitarra elettrica e Vincenzo Vicaro al sax e clarinetto.
Una serata non solo all’insegna della musica ma anche delle letture tratte dal progetto Mamme Narranti di Andrea Satta, pediatra in un ambulatorio della periferia romana e voce dei Tetes De Bois. Satta cura anche con le fiabe e il suo libro “Mamma quante storie”, che accoglie 31 favole raccontate dalle mamme passate dal suo ambulatorio, contribuisce a finanziare la Biblioteca di Lampedusa.

Marwan.jpgQuesto e molto altro sarà l’Esperanto Fest, ideato e diretto da Francesco Fiore, fondatore e leader della Med Free Orkestra. Il Festival è articolato in 7 appuntamenti da novembre a maggio legati da un file rouge: quello di racconti e storie dedicati al Mediterraneo in tutte le sue sfaccettature, in cui si focalizzerà l’attenzione su una forma spettacolo più vicina alla narrazione di storie che riguardano il Mare Nostrum. Ogni appuntamento vedrà uno o più ospiti che “porteranno” tre racconti e nelle loro narrazioni saranno alternati dalla musica della Med Free Orkestra, che questa volta si esibirà in formazioni molto ridotte di tre o quattro musicisti.

Tra gli ospiti di questa edizione Erri De Luca, Andrea Satta (Tetes de Bois), Valentina Correani, Claudio Fava, Salvatore De Siena, Vladimiro Polchi.

L’obiettivo principale del festival è quello di far incontrare diverse realtà artistiche, in primis quelle musicali, capaci, attraverso le contaminazioni, di far comunicare tra loro tali realtà e con l’intenzione di coinvolgere anche il pubblico nello scambio con gli artisti.

mamma_quante_storie_0-page41.jpg

Calendario prossimi appuntamenti:

16 gennaio ’18 – ospiti due grandi Ong impegnate nella difesa dei diritti umani: Amnesty International che racconterà la battaglia sui diritti nei paesi del Mediterraneo dalla Libia all’Algeria e Intersos che parlerà dei soccorsi nel mar Mediterraneo e nel deserto del Sahara in aiuto dei migranti.

15 febbraio ’18 – ospite Valentina Correani, nota come conduttrice televisiva e attrice italiana. Dal 12 aprile 2008 fino al 2011 ha condotto come vj il programma televisivo Hit List Italia in onda ogni week-end su Mtv. Da molto tempo ha impegnato la sua attività nella creazione degli orti urbani, una esperienza che ha sicuramente cambiato la sua vita e che si propone di cambiare il modo di coltivare e soprattutto di mangiare in modo responsabile e sano, con l’obiettivo primario il bene per il proprio territorio e delle proprie genti..

18 marzo ’18 – ospiti Claudio Fava  e Salvatore De Siena. Claudio Fava, scrittore, regista, Vice Presidente della Commissione Antimafia, nonché figlio di Pippo Fava giornalista ucciso dalla mafia, ci racconterà storie sulla Mafia e i traffici nel Mediterraneo. Salvatore De Siena, leader del Parto delle Nuvole Pesanti che con il suo progetto musicale e culturale “Terre di Musica, viaggio tra i beni confiscati alla mafia”, ha documentato l’esperienza dei beni sottratti al malaffare, ci racconterà le storie delle tante persone incontrate, spesso giovani, che ci lavorano tra mille difficoltà, intimidazioni e vandalismi.

8 aprile ’18 – ospite Vladimiro Polchi giornalista de La Repubblica, che da sempre descrive nei suoi editoriali la vita, le speranze e le traversie dei migranti, racconterà storie di sola andata dei migranti.

20 maggio – ospite a sorpresa. L’ultimo appuntamento della seconda edizione di Esperanto Fest vedrà la presenza di un super ospite a sorpresa che racconterà come la musica africana e del mediterraneo hanno contaminato la musica moderna.

BlogRomaisLove

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...