4.48 PSYCHOSIS di Sarah KANE!

unnamed (1)

Venerdรฌ 19 e Sabato 20 gennaio โ€“ ore 21 e Domenica 21 gennaio โ€“ ore 18 4.48 PSYCHOSISย di Sarah KANE ๐Ÿ™‚ย 

ย Sinfonia per voce sola รจ una messa in concerto dellโ€™ultimo testo di Sarah Kane: la musica dei suoi versi in risonanza con musiche di Gustav Mahler e P. J. Harvey. In scena, protagonista รจ la poesia stessa, variegata nelle forme liriche, narrative, dialogiche, grafiche della sua scrittura, testualmente e scenicamente affidata alla voce sola di Mariateresa Pascale.

Teatrinscatola.jpg

ยซScriverlo mi ha uccisaยป annota Sarah Kane sul biglietto allegato alla copia di 4.48 Psychosis lasciata a Mal Kenyon, la sua agente letteraria, il giorno del suo suicidio. Il suo ultimo dramma, perfezionato fino allโ€™ultimo istante della sua vita, รจ anche il suo testamento poetico. Una scrittura che noi ereditiamo, un atto poetico assoluto di cui ci chiede di essere testimoni, spettatori, amanti:
Convalidatemi / Autenticatemi / Guardatemi / Amatemi
ยซAddio! Addio!ยป scrive Mahler sui pentagrammi vuoti delle pagine manoscritte dellโ€™Adagissimo. Ventisette misure i cui pianissimo conducono la Nona Sinfonia alle soglie del silenzio e che qui si intonano con le parti piรน liriche del poema, mentre Rid of me, To bring you my love, The slow drug, le composizioni di P. J. Harvey โ€“ coeve alla scrittura drammaturgica di Sarah Kane e dal sapore decisamente rock โ€“ ne sostengono le invettive piรน aspre e graffianti. Una distanza che non ha escluso simmetriche intersezioni.

Foto-di-Claudia-Pajewski1.jpg

Non la musica soltanto รจ chiamata a fare parte della concertazione. Un flusso di immagini tratte dalla disposizione grafica del testo, o ad essa ispirate, si attengono al poema seguendo le variazioni agogico-dinamiche dell’intera partitura verbale e musicale. Sono diagnosi, numeri, sigle, geometrie e combinazioni di parole, ma anche cancellature, pagine gualcite, pellicole graffiate, coniugate di volta in volta con declinazioni postume, come in effigie, dello spazio scenico: sale da concerto devastate, stanze abbandonate, deserti di contenzione, fabbriche obsolete, teatri in rovinaโ€ฆ

Le parti dialogiche del poema โ€“ le cui voci rinviano, implicitamente, alla stessa Kane e al suo psichiatra โ€“ hanno, paradossalmente, valore di tacet. Sono momenti in cui lโ€™opera si sospende (la luce scompare, la musica cessa, le immagini dissolvono) ed il regista si rivolge, letteralmente, allโ€™attrice, che al regista risponde. Ed รจ proprio per il loro valore di silenzio poetico che sono parte dellโ€™opera teatrale, del concerto, della poesia, come bianchi di scena.
Dopo lโ€™ultimo silenzio, citando Mallarmรฉ: Nulla avrร  avuto luogo / se non il luogo / eccetto / forse / una costellazione.

fendi-56-432.jpg

Ovvero, per chiudere con le parole di Sarah Kane:
Guardare le stelle
predire il passato
e cambiare il mondo in una eclissi d’argento

ย BlogRomaisLove

sarah002-1080x675.jpg

In forma di โ€œsinfonia per voce solaโ€ di Enrico FRATTAROLIย  con Mariateresa PASCALE, elaborazioni musicali, video, scena e regia di Enrico FRATTAROLI, voce soprano in audio Patrizia POLIA, responsabili tecnici Renato BARATTUCCI, Edoardo DE PICCOLI, assistente, alla regia Giorgia SDEI, a cura Giulia BASEL, produzione NEROLUCE / FLORIAN METATEATRO

Teatro Palladium – Universitร  Roma Tre
Sito ufficiale: http://teatropalladium.uniroma3.it/ _ย Pagina FB:ย https://www.facebook.com/search/top/?q=teatro%20palladium

Prezzi spettacoli: intero โ‚ฌ 15 / ridotto โ‚ฌ 10 / studenti โ‚ฌ 5

Prevendite: biglietteria.palladium@uniroma3.it – tel. 327 2463456 (orario 10:00-13:00 / 15:00 โ€“ 20:00)

http://www.liveticket.it/TeatroPalladium

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.