Giornata della memoria 2018

giornata-della-memoria.jpg

 E’ una pagina del libro dell’Umanità da cui non dovremo mai togliere il segnalibro della memoria.

La Shoah è stata anche un’immensa strage di bambini. Si stima che 1,5 milioni siano stati i bambini rimasti vittime della follia nazista. Ciò che è accaduto non può essere cancellato, ma si può impedire che accada di nuovo 🙁

27459848_10155260685397308_47072262594283774_n.jpg

Fu scelta proprio la data del 27 gennaio perché in tale giorno nel 1945, le truppe dell’Armata Rossa riuscirono ad entrare nel campo di concentramento di Auschwitz in Polonia e salvarono i pochi sopravvissuti.

Impedire il ripetersi del genocidio è uno dei modi per misurare l’efficacia di un’azione che connette al  sapere, ovvero prendere consapevolezza di ciò che è stato, con ciò che

OLOCAUSTO

facciamo ora o che è possibile fare ora. La condizione è dunque “sapere per fare”.

Grido di disperazione ed ammonimento all’umanità sia per sempre questo luogo dove i nazisti uccisero circa un milione e mezzo di uomini, donne e bambini, principalmente ebrei, da vari paesi d’Europa. Auschwitz _  Birkenau 1940-1945.

gettyimages-524879737-612x612

Questo è l’ epitaffio posto all’ ingresso del campo di concentramento di Auschwitz.

Sarà bene ricordare a chi non sa, ed a chi preferisce dimenticare, che l’olocausto si è esteso anche all’Italia, benché la guerra volgesse ormai alla fine, e benché la massima parte del popolo italiano si sia mostrata immune al veleno razzista _ Primo Levi 

BlogRomaisLove

cropped-blogromaislove1 (1)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.