AHIMÈ Femminilità👠

donnaAHIMÈ Femminilità, è una riflessione semiseria, su quello che non mi piace dell’ interiezione “femminilità” 🙂

A noi donne sta cosa della femminilità ce la buttano addosso fin dalla culla, quando cominciano a metterci il pigiamino rosa con il fiocchetto. Che poi anche lì, un giorno vorrei capire chi ce l’ha appioppato sto caspita di colore rosa 🙂

Dunque ti infiocchettano e ti rosettano… e poi via con il calvario dell’essere femminile. Che comporta essere educata, gentile, remissiva e comprensiva da bimba e poi materna da adulta.

Antonella

Che obbliga l’essere decorativa se sei bella di natura, o a cercare di diventarlo il più possibile se non lo sei di tuo. Che impone di dire sempre la tua ma un po’ scusandoti come se avessi torto per principio, o il torto fosse di avere un’opinione tua.

Che implica il tuo stare sempre un po’ in secondo piano anche quando dovresti essere protagonista, perché se vuoi stare al centro sei superficiale, vanitosa, o spaventi gli uomini, e non ti amano più.

Che prevede se per caso ti capita di avere un’opinione tua… di non poterla difendere in maniera irruenta, perché sennò sei aggressiva e mascolina, e nemmeno di far notare che gli altri sparano cretinate, perché altrimenti sei saccente e maestrina. E tutto questo non è femminile, no.

pexels-photo-398731.jpg

I grandi pregi che la femminilità ti regala in cambio sono il poterti commuovere al cinema… Avere un grosso fascino agli occhi di omuncoli qualche volta decerebrati e noiosi, che si sentono in dovere di doverti proteggere, anche se non ho mai capito esattamente da cosa… Farti aprire la porta dell’auto e pagare una cena, salvo poi sentirti dare della stronza se il dopo cena fai capire che non è automaticamente compreso, o scontato…

Non ho mai capito bene fino in fondo cosa sia di preciso la femminilità, perché tante, tantissime donne che conosco, e quasi tutte quelle che ammiro, sono poco “femminili”. 

caffe'.jpg

E non ho mai capito perché sono considerata femminile se mi metto lo smalto sulle unghie e parlo di tacchi alti, ma non se risolvo un’equazione o faccio un lavoro prettamente maschile 🙂

Perché sono femminile se sbatto le ciglia fingendo di non capire la tua battuta offensiva ma non se quando la dici ti fisso negli occhi e ti mando dove meriti.

 Non ho mai capito cosa sia femminile e soprattutto perché lo sia, e spesso non ho voglia di esserlo… Perché tanto sono donna comunque, e quindi alla fine non ne ho bisogno.

Sono come sono e va sempre bene così!

 Antonella
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: