Sagra della Porchetta di Ariccia dal 31 agosto al 2 settembre 2018

porchetta-112l-21

Dal 31 agosto al 2 settembre, sono tre i giorni del calendario da segnare in rosso: torna la Sagra della Porchetta di Ariccia, tra le manifestazioni enogastronomiche più attese dell’estate. Teatro dell’evento la storica e centralissima Piazza di Corte ad Ariccia, nel cuore del parco Nazionale dei Castelli Romani. 598

Un appuntamento da non perdere con il meglio dell’enogastronomia dei Castelli Romani, quintali di Porchetta e l’atteso lancio dei panini. Dal 31 agosto dunque spazio a gusto e tradizione: ad Ariccia arriva la 68esima Sagra della Porchetta.

36048608_1870801666546899_8547064290035630080_o.jpg

La storia della porchetta d’Ariccia

La Porchetta di Ariccia è uno dei prodotti enogastronomici italiani famosi in tutto il mondo. Dal 14 giugno 2011, a livello europeo, è inserita tra gli alimenti con indicazione geografica protetta (IGP).  Il metodo di produzione prevede una serie di passaggi importanti. Essenziali per la riuscita di un ottimo prodotto. Si parte dalla scelta delle carni, per passare alla lavorazione vera e propria all’interno dei laboratori di produzione della porchetta. Durante il processo di lavorazione sono importanti la “disossatura” la cui tecnica è stata affinata durante l’arco di una generazione, che avviene dall’interno della carcassa dell’animale, alla speziatura, che preferibilmente deve essere fatta con aromi freschi e non disseccati alla importante fase della legatura, che serve a mantenere compatte le carni e non farle “allargare” durante la fase del taglio che avviene durante la vendita sui banchi, essendo l’animale cavo al suo interno.

porchetta (2)

Infine il processo di cottura che avviene con periodici controlli durante il processo stesso, per testare il livello di cottura delle carni, con sonde e tramite operazioni di peso. Da notare che la cottura avviene in grandi forni strutturati con delle vasche di contenimento, per raccogliere il grasso che si scioglie durante il processo di cottura.

39442278_1920888141538251_8824902443058855936_n.jpg

Durante la tre giorni sarà possibile ripercorrere e ricostruire la storia del prodotto e carpirne le peculiarità che l’hanno reso un alimento unico, riconosciuto in tutto il mondo, tanto che possiamo dire senza paura di essere smentiti che:

Non c’è porchetta senza Ariccia, non c’è Ariccia senza porchetta!

Francesca Zanetti
blogromaislove1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...