Maritozzo Day 2018

maritozzoday2018-foto-data-rid-1200x660.jpg

L’evento imperdibile per tutti i golosi: il Maritozzo Day 2018, sabato 1° dicembre. Un tuffo nella bontà del dolce più amato della Capitale.

Dicembre è il mese più freddo dell’anno, ma anche il più dolce. A confermarlo, a Roma, sabato 1 dicembre 2018, dalle 10 fino a tarda notte, arriva il Maritozzo Day 2018, un’iniziativa presentata da Tavole Romane  «per aumentare il quoziente di felicità», spiega Silvia Contarelli, una delle fondatrici del Maritozzo Day.

maritozzi2.jpg

In occasione del Maritozzo Day oltre 40 artigiani, in più di 20 quartieri di Roma e dintorni, offriranno gratuitamente presso i propri locali maritozzi tradizionali e gourmet: dai classici maritozzi con la panna, o quaresimali, fino a quelli salati, con un occhio alle specialità vegane e senza glutine.

Come partecipare al Maritozzo Day di Roma? 

Basta collegarsi al sito del Maritozzo Day e scaricare un coupon(sarà possibile selezionare massimo dieci maritozzi a testa. La distribuzione dei maritozzi omaggio partirà dalle ore 10.00 di sabato 1 dicembre, salvo dove diversamente specificato sui coupon,  fino a esaurimento scorte previste per l’evento. Si consiglia quindi di recarsi nei locali il prima possibile rispetto all’orario di inizio).

COPERTINA-ART-MARITOZZI-CON-CREMA.jpg

Gli artigiani regaleranno maritozzi – mignon e medio piccoli – in molti locali sparsi per la città: dal ristorante Straforno sulla Nomentana-San Basilio a Eataly Ostiense, Exquisitaly a Repubblica, Il maritozzo rosso bistrot a Trastevere, solo per citarne alcuni. Tra le pasticcerie, Andreotti, Bompiani, Linari e Romoli. Non mancheranno i maritozzi stellati firmati da chef di Roma premiati dalla guida Michelin: Cristina Bowerman, Riccardo Di Giacinto e Angelo Troiani. E per la gioia degli amanti di coni e coppette, Otaleg di Marco Radicioni, Günther Gelato Italiano e Gelato San Lorenzo  faranno sposare maritozzo e gelato con proposte ideate per l’occasione. Tra le novità, c’è la partecipazione della pizzeria Sancho, che proporrà la pizza-maritozzo.

maritozzo.jpgNel corso della festa sarà possibile condividere sui social network foto, ricette, video, ma anche opinioni e storie, usando l’hashtag #maritozzoday2018, insieme a un gruppo di food blogger chiamati Maritozzo Hunters, che si troveranno in diverse piazze di Roma.

maritozzoday-tavoleromane4-2

Inoltre sabato 1 dicembre Maritozzi Special Edition saranno proposti in carta da alcuni degli osti e chef aderenti alla rassegna sulla cucina romanesca ospitata per il 2018 su Tavole Romane, dedicata alla settimana romana a tavola e alle festività. Tra questi Claudio Gargioli di Armando al Pantheon, Flavio de Maio del Velavevodetto, Roberto Campitelli de L’Osteria di Monteverde, Vincenzo Mancino di Proloco DOL e Proloco Trastevere. E ancora Fabrizio Sepe de Le Tre Zucche, Tommaso Pennestri di Trattoria Pennestri, Francesca Barreca e Marco Baccanelli di Mazzo. Infine Sarah Cicolini di Santo Palato, Trecca Cucina di Mercatoe Alessandro Testa dell’Hotel Majestic.

maritozzo

Sul maritozzo a Roma ”è in atto una timida rivoluzione – spiegano all’Ansa i giovani fondatori di Tavole Romane, Silvia e Gabriele – grandi chef cominciano a rivisitarlo ispirati dai grandi classici della cucina romana. Da qui la farcitura con broccoli e salsiccia, o coi moscardini in accattivanti versioni.” Inoltre, “per venire incontro a chi ha regimi alimentari light arrivano anche le mini versioni. Grande è l’attesa per questa ‘maratona del gusto‘ con porzioni di felicità da assaporare nelle pasticcerie, ma anche nei ristoranti di cucina romana che, nel Maritozzo Day, metteranno in carta special edition”.

maritozzo4.jpg

Insomma, una giornata tutta da gustare, dolce nella versione classica del maritozzo romano o salata e sperimentale, per provare nuovi sapori. Una pausa golosa nel primo weekend di shopping natalizio.

maritozzo-slider.jpgLa storia del maritozzo

E sull’origine del nome “maritozzo” e sui suoi usi, molteplici sono i racconti e le leggende riportati da alcuni tra i più grandi studiosi, artisti e poeti della tradizione romana come Giggi Zanazzo, Adone Finardi e Giuseppe Gioacchino Belli. Secondo alcuni di questi, la dolce pagnotta, in tempi antichi, veniva data in dono alla fidanzata il primo venerdì di marzo (a volte con all’interno un anello o un oggetto d’oro) da parte del futuro marito, chiamato con vezzeggiativo burlesco “maritozzo”; secondo altri, era preparata a forma di cuore e donata dalle ragazze in età da marito al più bel giovane del paese che avrebbe scelto in sposa l’artefice del più buono. E il Maritozzo Day sarà l’occasione per ripassarli tutti 😉

Francesca Zanetti

cropped-blogromaislove1.png

https://maritozzoday.tavoleromane.it/locali/

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...