Cose che ho imparato da quando ho adottato un gatto😺

roy

Ho adottato un gatto qualche mese fa, su insistente richiesta di mio figlio…  Io allergica ai gatti da anni, a questo gatto nello specifico risulto non allergica… Non chiedetemi il perchè!

20180823_202042.jpgUn gatto di pochi mesi abituato a fare Spiderman sugli alberi, arriva in casa e pensa di essere Tarzan. Così, con pazienza tantrica gli ho insegnato le mille cose che può fare e quelle cinque o sei che non possono essere fatte per la sua incolumità fisica e per la mia mentale.

20180909_121859.jpgLui si chiama ROY,  è un dolce «DISTURBATORE» che mi riporta al periodo romantico nel quale due persone nella stessa stanza non si ignoravano. Vuole stare vicino vicino…

Vado in cucina e viene in cucina, vado a letto e viene sul letto, voglio mandare un messaggio su Whatsapp, e vuole mandare anche lui un messaggio su Whatsapp… All’inizio pensavo fosse solo la ricerca di contatto, poi ho capito che i gatti vogliono fare «TEAM». Ama vivere il quotidiano con noi <3 Generalmente considerato un animale solitario che disprezza la compagnia, in realtà sono mammiferi più simili alle cozze.

roy1

In uno schiocco di dita, con Roy 🐱 io e mio figlio siamo tornati bambini, tra palline che saltano, lacci che sembrano code di topo e mobili che diventano trapezi circensi. Se lo lasci giocare, lui continua a farlo da solo. Ma si capisce subito dal suo entusiasmo che la pallina la vuole lanciata da noi e che quei dolorosi bacetti a forma di morsetto li vuole dare a noi e nessun altro.

In sintesi: dedicare tempo a chi amiamo (non solo al mio Roy) è molto importante. Anzi, fondamentale. La mia casa, per magia, non è solo più grande, ma anche più gioiosa, pelosa, graffiata ma bella❣

 Antonella

blogromaislove1

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.