Genitori e Figli nell’era di Internet⌨

BAMBINI (3)
👨‍👨‍👧‍👧Proteggiamo i nostri bambini dai pericoli del mondo reale, ma non sempre sappiamo come difenderli dalle trappole del Mondo virtuale👨‍👨‍👧‍👧

Qualche giorno fa la mia carissima amica avvocato,  mi scrive:

Cara Antonella, e mi allega questo link“Modifiche al codice di procedura penale: disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere”

https://www.camera.it/leg18/126?tab=1&leg=18&idDocumento=1455&sede=&tipo=

ragazzi.jpg

Oggetto del link, le modifiche al codice di procedura penale: disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere … Finalmente ci siamo… la Camera approva: dopo le polemiche, arriva un via libera all’emendamento su revenge porn e sexting.  Il testo approvato in commissione Giustizia è stato presentato come emendamento alla legge sul #codicerosso che istituisce una corsia preferenziale per le denunce di violenza. Ci vorrà ancora un po’ di tempo ma dovremmo essere sulla buona strada💪

bambini 8

Alla luce di questo emendamento ci siamo chieste:  ma quanta tecnologia passa ogni giorno nelle mani dei bambini?

Fin dalla tenera età, viene a loro permesso di interagire in maniera quasi libera da filtri, con apparecchiature e giochi che hanno libero accesso a messaggi e immagini contenenti violenza, linguaggi non appropriati, doppi sensi a fini sessuali anche espliciti e alterazioni della realtà.

Two brothers enjoying a children's story before bedtime.

Molti genitori come me, si trovano nella spiacevole situazione in cui i figli, hanno conoscenze informatiche maggiori delle loro, e dunque hanno serie difficoltà educative al corretto uso degli strumenti informatici. Si ha una percezione dei pericoli della rete quasi nulla e si tende spesso ad essere maggiormente rassicurati quando il proprio figlio si trovi in casa, nella propria camera, per ore, davanti ad un computer connesso in rete…

“Il fenomeno della dipendenza online è talmente diffuso che al Policlinico Gemelli di Roma è stato inaugurato già nel 2009 l’Internet Addiction Disorder, un ambulatorio per la cura dei disturbi ossessivi causati dal web.  Per altro verso, non è da sottovalutare come l’abuso del sempre connessi sia da mettere in relazione anche con situazioni deficitarie preesistenti, quali, ad esempio, la mancanza di dialogo in ambito familiare”.

Brother and sister are having fun using laptop.

 Tra cyberbullismo, troll e haters il mondo dell’odio online sembra davvero molto variegato… La navigazione nel mondo digitale,  ha messo alla prova e trasformato in modo sostanziale il nostro modo di essere genitori richiedendoci inevitabilmente, per assolvere al compito primario della crescita dei nostri figli, il plusvalore della digitalità.

ragazzi88La cronaca nera purtroppo ci fornisce ultimamente degli spunti tragici per poter affermare senza ombra di dubbio la pericolosità dell’interazione tra minori e anche tra minori e maggiorenni, in quanto gli episodi di adescamento a fini sessuali o il proliferare di atti di bullismo che generano anche suicidi, non fanno altro che confermare quanto delicato sia l’argomento riguardante l’uso di internet da parte dei minori, ormai tragicamente consueto a partire dai 10 anni in su.

gettyimages-888048062-1024x1024.jpg

Sarebbe opportuno, a nostro avviso che le mamme ed i papà si facessero carico dell’educazione all’uso dei mezzi di comunicazione moderni ormai imprescindibili e dell’informazione dei propri figli, già da piccolissimi, sugli effetti negativi di certi gesti e sulle conseguenze “PENALI” che comportano.

joystick1.jpgÈ chiaro che l’isolamento digitale oggi come oggi non è neppure vagamente ipotizzabile… Internet è una fonte preziosa di auto anche per attività nobili come lo studio ed il lavoro e non è giusto, né legittimo, imporre ai ragazzi di non servirsene. Perché un fatto è certo: se i nostri figli sono considerati nativi digitali noi non lo siamo e l’educazione primaria sulla corretta presenza in rete, nel rispetto pieno della comunità digitale e della legalità, dovrebbe essere impartita proprio a noi.

computer.jpg

La naturalezza con la quale osserviamo i nostri figli mentre “smanettano” con un telefono o un cellulare,  mentre noi ancora litighiamo con il computer… ci illude che crescere da subito in un ambiente digitale li educhi automaticamente ad abitarlo nel migliore dei modi.  Non è così, i nostri ragazzi, pur se minorenni, non sono necessariamente esenti da responsabilità penale per i comportamenti attuati nei confronti del prossimo.

ragazzi44.jpg

 Questo moltissimi genitori ancora non lo sanno e non si aspettano che il proprio figlio quindicenne possa essere sottoposto a procedimento penale, pur con tutte le cautele riservate dal rito minorile, per un comportamento diffamatorio nei confronti di un amico.

Alla fin fine ci siamo dette… che la responsabilità dei genitori è di imporre spazi di libertà importanti, il gioco vecchia maniera, la condivisione, così da vedere di nuovo bambini sudati che giocano insieme al parco, piuttosto che piccoli individui isolati che crescono.

joystick.jpg Per essere credibili,  bisogna essere i primi a dare il buon esempio e attenzione,  perchè nascosto dietro lo schermo di un cellulare o dietro un joystick, c’è sempre un cucciolo indifeso che ha bisogno di contenimento, sostegno del genitore e di essere riconosciuto anche dietro l’armatura tecnologica.

Sono una donna fortunata ad avere una avvocato per amica 😉 Grazie amica mia per le tue perle di saggezza!!!

Antonella

cropped-blogromaislove1

Annunci

Rispondi