Festival del Verde e del Paesaggio 2019

58462660_996590663884901_1709011549147889664_n.png

Il Festival del Verde e del Paesaggio 2019 trova nel RESPIRO il filo conduttore della sua nona edizione e affida agli alberi e alle piante, per la loro fondamentale funzione nella vita dell’uomo, il ruolo da protagonisti. Concorsi, giardini temporanei, vivai botanici, design, architettura, conferenze e workshop, esplorano la relazione tra Uomo, Natura e Città e suggeriscono una diversa interpretazione del Verde non come lusso ma bisogno primario, non come semplice hobby ma stile di vita e strumento di progettazione essenziale per la nostra vita attuale e futura.

58570617_996655483878419_1468698628469030912_n.jpg

E’ un festival che regala esperienze coinvolgenti, spunti curiosi e interessanti, per dimostrare che ogni posto in cui crescono piante, può offrire effetti rilassanti a chi è preparato a cercarli e a dedicarvi del tempo. #ilpratodelfestival è il luogo da vivere con lentezza, in cui staccare e prendersela con calma per ritrovare equilibrio e serenità, contro il “logorio della vita moderna”, come recitava un famoso spot pubblicitario. Ecco allora le esperienze tutte da provare ….

Ecco alcuni indirizzi per un’esperienza da ricordare…

53681226_967781033432531_165144211245498368_n.png

LA SCUOLA DEL FESTIVAL

Sotto la pergola fiorita, si nasconde la Scuola del Verde che ospiterà: workshop dedicati al giardinaggio e alla decorazione degli spazi esterni;  corsi e laboratori dedicati al mondo delle erbe officinali organizzati dalla FEI- Federazione Erboristi Italiani; presentazione di libri. Qui troverete il programma dettagliato.

BAR SPORT 

Il BAR SPORT (omaggio a Stefano Benni), è un luogo #nofiltergentlemen, dedicato a papà e mariti “stanchi di aspettare”, in cerca di comodità e tranquillità. Un bar Sport – scrive Stefano Benni – possiede un richiamo tanto maggiore, quanto più organicamente possiede attrazioni. E qui troverete il biliardinosport faticosissimo e anche rumorosissimo, specie se giocato dalle donne, le carte, il ping pong e gli scacchi. E allora mettetevi in libertà e divertitevi …

INCONTRI SULLE ERBE OFFICINALI

Se volete scoprire il mondo segreto delle erbe officinali, capire come riconoscerle, imparare a districarsi nel mondo del web e se invece siete interessati alle leggi e normative in materia di sicurezza ambientale, a sapere se un prodotto cosmetico è davvero sicuro ed efficace o quali siano i migliori solari, ecco l’appuntamneto che fa per voi. Sono gli incontri sull’erboristeria e la cosmetica, organizzati dalla FEI – Federazione Erboristi Italiani.

LABORATORI SULLE ERBE SPONTANEE

Per un’immersione nelle erbe spontanee, selvatiche e commestibili, non mancate ai laboratori creativi organizzati dall’ associazione culturale Gabarè.  Qui troverete il programma. Se siete cercatori di aromi e profumi, questa è una tappa obbligata. #FVPfoodexperience

Il flusso frenetico della giornata si può fermare. Basta sedersi e mangiare qualcosa, magari in compagnia e con un sottofondo di musica dal vivo. Un piatto di riso venere con salsa orientale al miso, zucchine, ravanelli, semi e germogli potrebbero far dimenticare immediatamente il mondo fuori. Siete nel laboratorio gastro-culturale di Blooming, una giovane realtà romana che trova nella convivialità, nella sostenibilità e nel cibo sano e preparato con amore, la sua missione. Qui potete fermarvi per un pranzo, un aperitivo, una lezione di yoga, un happy meal per i bambini, una performance di musica live, la presentazione di una linea beachwear o un laboratorio di coroncine di fiori. C’è solo l’imbarazzo della scelta …

Se invece siete quelli dell’aperitivo, ecco l’indirizzo giusto per voi.

BIRRIFICIO SAN BIAGIO

Il Birrificio San Biagio è un microbirrificio artigianale che nasce all’interno di un antico monastero nel cuore dell’Umbria e che produce la prima birra italiana artigianale di ispirazione monastica, secondo la tecnica della rifermentazione. La tecnica di produzione di queste birre artigianali attinge a piene mani dalla tradizionale produzione brassicola benedettina e rispecchia la storia della birra, definita  nel passato, pane liquido per il  suo apporto nutrizionale.  Vitamine, antiossidanti, polifenoli, la rendono ancora oggi,  nutrimento e ristoro per il corpo e lo spirito. Qui vi attende un interessante percorso degustazione accompagnato da salumi e formaggi locali. Da veri intenditori …. Veloce, gustoso, tradizionale ma contemporaneo, leggero e super farcito, ma soprattutto da assaporare lontano dal mondo, sdraiati su un prato, o sotto un albero. Se siete streetfood lovers, abbiamo quello che fa per voi.

Blooming/Banco: il conviviale naturale

Blooming è un laboratorio gastroculturale che sceglie linguaggi diversi – arte, design, musica, cibo, vino – per raccontare storie di vita e di terra. Banco è un fast food completamente naturale, che utilizza solo materie prime locali di aziende e coltivatori fidati. Al Festival del Verde uniscono le forze per promuovere uno stile di vita sano, conviviale, fatto di rispetto per l’ambiente, scelte consapevoli, amore per il cibo stagionale a km0. Per chi vuole prendersi una pausa, c’è il tavolo sociale, simbolo della filosofia di Blooming, dove assaporare, ascoltando musica dal vivo, il menù ricco di piatti leggeri e gustosi di Banco. Per gli amanti del déjeuner sur l’herbe, basterà scegliere tra le proposte sane e sfiziose, da provare comodamente sdraiati sul prato all’ombra degli alberi. Ma due realtà che fanno della sostenibilità la loro missione, potevano dimenticare i più piccoli? NOOOO! E la proposta non poteva che essere un happy meal … ma 100% naturale…

In questo spazio condiviso, accadono molte cose.

  • Ore 10.00, pane cioccoliva, una crema al cioccolato spalmabile completamente vegetale
  • Ore 10.30-11.30 Lezione di yoga (offerta gratuita ) con snack incluso
  • Ore 12.30 – 15.30. pranzo
  • Ore 17.30. aperitivo con degustazioni di vino biologico e performance di musica live.

Sabato e domenica saranno realizzate coroncine di fiori, mentre sabato 11 maggio, l’aperitivo sarà accompagnato da una performance speciale e dalla presentazione della linea beachwear “Dama” realizzata dalle ragazze di Blooming.

Saccoccia Romana: il tradizionale rivisitato…

Se siete dei veri streetfood lovers, abbiamo quello che fa per voi: una rilettura contemporanea e golosa della tradizionale pinsa. Nell’antica Rome le popolazioni contadine preparavano una focaccia o una schiacciata, macinando miglio, orzo e farro, che poi riempivano di sale ed erbe aromatiche. La Saccoccia Romana parte da qui, per spingersi molto più in là, ai confini della contemporaneità. La ricetta classica ha subìto diverse rivisitazioni fino a trasformarsi in un paesaggio gustativo che fa della tradizione il filo rosso tra passato e presente. Ha forma ovale, è realizzata con un mix di farine (frumento integrale, soia e riso), lievita 48 ore per un’alta digeribilità ed è stra-farcita, per accontentare anche i palati più esigenti. Allora via alla Vaccinara, una saccoccia ripiena di vaccinara con fonduta di pecorino; Porchetta, con porchetta fatta in casa; Amatriciana, con polpettine di patate e guanciale piccante; Vegetariana, con crema di zucchina concia, pomodorino confit e fiori di zucca; Romana con stracciatella di bufala, perso al basilico e prosciuto crudo di Bassiano. Che altro dire? Preparate le “saccoccie” (le tasche) per queste favolose pagnottelle da passeggio.

 Simonetta

cropped-blogromaislove1 (1)

Festival del Verde e del Paesaggio – Auditorium Parco della Musica – Roma
Viale Pietro de Coubertin, 30, 00196 Roma

 

Annunci

Rispondi