Libera l’arte con Sanex!

“LIBERA L’ARTE” e Scegli la purezza

Prendersi cura dell’arte e di sé stessi è un fattore di cultura

20190909_113315

Per farci conoscere il brand “Sanex” il gruppo Colgate-Palmolive ha pensato di “scardinare” le classiche leve della pubblicità tout court ed, in partnership con Fondaco Italia ha deciso di investire nella valorizzazione del patrimonio storico-artistico del nostro Paese, con l’obiettivo di intraprendere un rapporto diretto con le comunità locali e con i consumatori.

Dal 9 settembre, otto opere d’arte, in cinque regioni d’Italia (Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana e Lazio) saranno in gara per tornare all’originario splendore, grazie alla partecipazione attiva di tutti i cittadini italiani, che sono invitati a votare l’opera preferita sul sito www.sanex.com/it-it. Il processo è semplice e veloce, non sarà necessario registrarsi o fornire alcuna informazione personale. La proclamazione della vincitrice, l’opera più votata, avverrà il 9 ottobre e la riconsegna dell’opera restaurata è prevista entro gennaio 2020. La più ampia partecipazione avrà il significato di un rinnovato spirito di appartenenza ed anche un segnale concreto e positivo di attenzione e di cura nei riguardi del nostro patrimonio storico-artistico. L’auspicio è che attraverso Sanex il progetto trovi la più ampia diffusione e grazie ad un’energia contagiosa si scateni una grande partecipazione attiva!

Il connubio tra i prodotti Sanex e l’arte non è casuale. Infatti le splendide opere d’arte del nostro Paese sono soggette a deterioramento, dovuto all’esposizione di agenti esterni aggressivi e all’inquinamento, ed è necessario intervenire costantemente per mantenerle o per farle tornare al loro originale splendore. Allo stesso modo anche la pelle nasce perfettamente sana e levigata, basti pensare a quella dei bambini, ma, inesorabilmente, l’inquinamento e gli agenti esterni, come lo stress o l’uso di prodotti chimici aggressivi, con il passare del tempo, agiscono causandone il deterioramento. Avere una pelle sana è importante, perché è la prima barriera naturale alla quale è demandata la responsabilità di proteggere tutto il nostro corpo da aggressioni esterne. La linea a marchio Sanex mantiene la pelle sana attraverso prodotti rigorosamente formulati riducendo al minimo gli ingredienti chimici non necessari e gli allergeni, appositamente studiati e testati, da anni, in collaborazione con i dermatologi, tra cui il professor Enzo Berardesca, affermato professionista e autore di importanti testi scientifici. La marca Sanex sceglie ingredienti che lavorano attivamente con i processi naturali della pelle, aiutando a ristabilire il naturale livello di pH e a mantenere la pelle protetta e sana. Per questo motivo, Sanex come marca che si prende cura della pelle degli italiani ha voluto prendersi cura anche della “pelle” delle opere d’arte italiane.

“Quando l’azienda ha deciso di entrare con Sanex nel mercato italiano – dice Riccardo Ricci, Vice President e General Manager Southern Europe di Colgate-Palmolive – abbiamo cercato un nuovo modo di comunicare i nostri prodotti, che sono prodotti di grandissima qualità. Abbiamo messo insieme un gruppo di giovani talenti dell’azienda, di diversa provenienza, che hanno lavorato assiduamente per generare una serie di idee su come poter far conoscere questa meravigliosa marca agli italiani. Una delle idee, che mi ha subito colpito, è stata quella di associare la nostra marca al restauro di una statua. Lo smog è infatti nemico invisibile dell’arte e così come Sanex protegge la pelle liberandola dagli ingredienti chimici non necessari, per mantenerla sana, si è pensato di proteggere anche la “pelle” delle nostre statue liberandola dagli effetti dell’inquinamento e riportandole alla loro naturale bellezza. Quest’idea consente di comunicare in modo innovativo i valori della nostra marca e allo stesso tempo consente anche di dare un contributo al nostro Paese, intraprendendo un rapporto diretto con le comunità locali e i consumatori. Per questo motivo non ho esitato a raccogliere la sfida.”

Una volta scelta l’idea ci siamo affidati a Fondaco Italia, società di comunicazione di comprovata esperienza nel campo della valorizzazione dei beni culturali – continua Riccardo Ricci -. E’ stato interessante e stimolante declinare le caratteristiche merceologiche dei nostri prodotti con il tema dell’arte. Bellezza, purezza, qualità e unicità possono rappresentare il comune denominatore tra noi e l’arte, perché puntiamo molto ad informare e a contribuire ad una cultura che va sempre più nella direzione della cura per il proprio corpo e per ciò che ci circonda, come l’ambiente e l’arte, i due elementi che più di ogni altro caratterizzano l’Italia”.

20190909_105610.jpg

Apparteniamo ad un grande gruppo internazionale, e desideriamo sottolineare che i nostri prodotti rispondono ai più alti standard di qualità e inoltre sono prodotti in Italia, con formulazioni anche eco-compatibili e materiali di imballaggio ridotti per rispettare l’ambiente. Sanex è la marca n. 1 raccomandata dai dermatologi in Spagna e in Francia*, e puntiamo a farla diventare n. 1 anche in Italia. L’espansione della linea Sanex in Italia avverrà grazie alla collaborazione di due importanti insegne della GDO: Esselunga e Acqua e Sapone, prime, per riferimento, ad averle in scaffale.

“Siamo nati circa quindici anni fa con la convinzione che il patrimonio artistico italiano è un’opportunità sotto tutti i punti di vista – dice Enrico Bressan Presidente di Fondaco Italia – e l’esempio di Sanex oggi ne è la conferma. Dare vita ad un rapporto di reciproco interesse tra impresa ed arte non può che fare bene ad entrambi sotto tutti i punti di vista. La cosa che più ci ha sorpreso è che la branch italiana di questo grande gruppo è formata da giovani ed il fatto che proprio loro abbiamo riconosciuto il valore dell’arte come motore di comunicazione è importantissimo. Dalla nostra esperienza certamente nasce un messaggio positivo, che porterà l’azienda a distinguersi”.

20190909_105615

“Una cosa è certa: nessuno in questo specifico comparto merceologico – continua Bressan – ha mai dato vita ad un progetto del genere e questo, oltre a rendere onore all’azienda, fa capire la coerenza tra questo tipo di impegno sociale e la comunicazione, che mette a fuoco le caratteristiche del prodotto, contribuendo a creare una cultura per mantenere la pelle sana e il rispetto verso l’ambiente. Brand identity, reputazionalità, responsabilità sociale d’impresa sono temi sui quali le aziende stanno sempre più puntando perchè l’arte ed il territorio da valorizzare, secondo le recenti indagini di mercato, risultano essere al vertice della classifica dei desideri espressi dal consumatore”.

Molto interessante anche l’interazione via web – dice Riccardo Ricci – per la scelta dell’opera da restaurare. Uniti per l’arte, tutti potranno partecipare. Un modo intelligente per portare alla ribalta opere di assoluta bellezza e luoghi splendidi, che fanno dell’Italia un Paese meraviglioso. Puntiamo molto su questa sfida in favore dell’arte e sul più ampio coinvolgimento delle persone, anche grazie ai social. Votare è facile, dopo essere entrati nel sito basterà cliccare per l’opera preferita, senza dover fornire dati personali o registrarsi, ed immediatamente apparirà la classifica temporanea. Confidiamo nella più ampia partecipazione!”

20190909_110620

Un ringraziamento a tutte le Istituzioni che hanno segnalato le opere ed in particolare ai Musei Reali di Torino, al Castello Sforzesco Area Soprintendenza Castello Musei Archeologici e Musei Storici di Milano, al Comune di Bergamo, al Comune di Monza, al Comune di Parma, all’Accademia di Belle Arti di Firenze, al Vicariato di Roma ed alla Diocesi di Rieti per l’opera di Amatrice.

TRA LE LE OPERE IN VOTAZIONE:

Amatrice_Madonna con Bambino

  • LAZIO – Amatrice frazione di Sommati (RI)
    Diocesi di Rieti
    Chiesa di Sant’Egidio
    Statua di Madonna con Bambino
  • Statua processionale del XX secolo in gesso modellato, dipinto e cartapesta gessata dipinta. Autore ignoto di bottega dell’Italia centrale.

Roma_Santa Teresa

  • LAZIO – Roma
    Vicariato di Roma
    Chiesa degli artisti
    Statua di Santa Teresa
  • La statua settecentesca in travertino, che fa parte di un più ampio gruppo scultoreo, è opera di diversi artisti che hanno lavorato nella Chiesa degli Artisti come Morelli, Rondone, Silano, Antonio Fontana.

UNITI PER L’ARTE 💪Vota con noi! www.sanex.com/it-it

 BlogRomaisLove

cropped-blogromaislove1Info:

Ufficio Sanex Gruppo Colgate-Palmolive: Tel 06549061

Ufficio stampa Fondaco Italia: press@fondacoitalia.org – Tel 06 8698245

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.