Alziamo le difese immunitarie con i cibi giusti🍊🍇🍋

Dal Kefir alla papaya, dalle mandorle ai funghi, ecco i cibi da inserire subito nella tua dieta quotidiana🍊🍇🍋Un’opportuna stimolazione della risposta immunitaria si può attuare incrementando il consumo di cibi e ingredienti considerati efficaci nel potenziamento delle difese. Ecco gli alimenti da inserire nel tuo quotidiano:

mandorle.jpg

  • MANDORLA _ L’ampia presenza di polifenoli nella buccia della mandorla stimola l’efficienza dei globuli bianchi, aiutando a bloccare la diffusione dei virus nel corpo. Non solo: il consumo regolare di mandorle aumenta la flora batterica intestinale, abbassa la sensibilitĂ  ai malesseri stagionali e svolge un’efficace azione antiossidante grazie alla presenza di vitamina E. Secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’Institute of Food Research di Norwich in Gran Bretagna e del Policlinico universitario di Messina, la buccia di mandorla svolge anche un’azione antivirale nei confronti del virus Herpes simplex di tipo 2. La quantitĂ  giornaliera di consumo ideale di mandorle è 80 grammi.

funghi

  • FUNGHI  _ Sono gli alleati numero uno per il potenziamento delle difese immunitarie. La loro peculiaritĂ  è la presenza di selenio, che aiuta i globuli bianchi a produrre le citochine (molecole proteiche), e di beta-glucano, un immunostimolante che attiva i globuli bianchi, come i macrofagi, i granulociti e i monociti, responsabili della difesa contro le infezioni.

0000151888-1024x1024.jpg

  • KEFIR  _ Originaria del Caucaso, questa bevanda naturale a base di latte fermentato è una ricca fonte di calcio e vitamine del gruppo B e K. Viene consumata con l’intento di migliorare la digestione e la salute dell’intestino poichĂŠ il Kefir possiede anche un’alta percentuale di nutrienti e probiotici. Contiene infatti ben 30 tipi di batteri e lieviti, ragione per cui oltre a stimolare le difese immunitarie è un alimento potenziatore della flora batterica.
  • AGRUMI _ Arance, limoni, pompelmi e mandarini sono ricchi di acidi organici e di vitamine B1, B2, B3, attivi nella stimolazione della digestione e disinfettanti dell’organismo. Rappresentano un autentico toccasana per le difese naturali, grazie al loro alto contenuto di vitamina C, che potenzia il sistema immunitario, aiuta a contrastare i principali malesseri di stagione e protegge dall’azione dei radicali liberi.

How-To-Consume-Papaya-For-Weight-Loss

  • PAPAYA _ Questo frutto prezioso aiuta a combattere l’invecchiamento delle cellule, grazie alla sua attivitĂ  antiossidante ed energizzante. In piĂš, è un alimento particolarmente ricco di vitamina B12, efficace nello stimolo del metabolismo energetico. Nella versione fermentata, la papaya ha inoltre forti virtĂš immuno-stimolanti che facilitano la risposta dell’organismo agli stimoli esterni, rinforzano al tempo stesso il dialogo fra le cellule e bilanciano l’attivitĂ  del sistema immunitario.

aglio

  • AGLIO _  Svariati studi hanno dimostrato che l’allicina contenuta nell’aglio svolge ha efficaci proprietĂ  antibiotiche, antimicrobiche e antifungine. Consumarlo regolarmente aiuta ad abbassare di molto il rischio di contrarre i raffreddori stagionali. Non tutti lo amano, eppure gli esperti alimentari consigliano di cucinare ogni giorno con due spicchi d’aglio fresco.

tea.jpg

  • TE’ VERDE _ Uno studio condotto negli Stati Uniti ha evidenziato la capacitĂ  delle epigalocatechine galato (EGCG), sostanze antiossidanti contenute nelle foglie di tè verde, di stimolare la formazione delle cellule T, fondamentali nel potenziamento delle difese immunitarie e per la prevenzione antitumorale. Ricchissimo di antiossidanti, il tĂŠ verde è attivo anche nella protezione dalle infiammazioni e, quindi, da febbre, raffreddore e influenza.

mirtilli

  •  UVA ROSSA E MIRTILLI _ Uno studio pubblicato sulla rivista Molecular Nutrition and Food Research ha dimostrato che uva rossa e mirtilli sono davvero in grado di potenziare le difese e aumentare la risposta immunitaria dell’organismo dagli attacchi dei batteri. La ragione consiste nell’elevata presenza di resveratrolo, un fenolo contenuto nella buccia dell’uva e del pterostilbene presente invece nei mirtilli, due composti prodotti dalle piante per contrastare le infezioni e analizzati in modo specifico dai ricercatori dell’Oregon State University (Usa).

curcuma.jpg

  • CURCUMA _ Uno studio della Oregon State University ha analizzato gli effetti della curcumina, componente fondamentale di questa spezia, sull’attivazione di un gene del sistema immunitario. Secondo la ricerca, la curcumina aumenterebbe i livelli della CAMP, proteina che regola la risposta immunitaria innata, determinante nel proteggere l’organismo dall’attacco di virus, funghi e batteri. Consumare curcuma con regolaritĂ  può pertanto aiutare l’organismo umano a difendersi dall’attacco di infezioni, come quelle che colpiscono il tratto intestinale e lo stomaco.

Francesca

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.