Giovedì gnocchi fatti in casa!

gnocchi.jpg

Uno dei detti più famosi a Roma, e in tutto il Lazio, è: giovedì gnocchi, venerdì pesce e sabato trippa! Ora passiamo a parlare della ricetta degli gnocchi di patate che sono buoni sempre non solo di giovedì! Chiaramente se gli gnocchi sono fatti in casa hanno tutto un altro sapore. Sono un piatto relativamente semplice da preparare, basta avere voglia di mettere le mani in pasta! E soprattutto evitare quello che è l’errore più comune: usare troppa farina!

gnocchi (2).jpg

Se si chiamano gnocchi di patate è perchè l’ingrediente principale sono, appunto, le patate! La farina è presente in percentuale basse e serve solo a fare da “collante” diciamo così. La sofficità degli gnocchi è assicurata solo dall’alta percentuale delle patate. Questo vuol dire che l’impasto risulterà sempre molto appiccicoso e chi li prepara per la prima volta potrebbe essere portato a pensare di aver sbagliato ed aggiungere altra farina. Non fatelo! L’impasto assorbirà senza problemi tutta la farina che andrete ad aggiungere ma i vostri gnocchi ne risentiranno in sofficità e gusto! Ed in tema di gusto, posto che l’ingrediente principe sono le patate chiaramente il sapore degli gnocchi dipende tutto da loro.

patate-novelle_NG3

Averete sicuramente sentito dire che le patate migliori per gli gnocchi sono le patate farinose. Ma forse non vi siete mai soffermati a riflettere su questa affermazione. Si intende per patate farinose quelle che in cottura tendono a disfarsi e non rimanere compatte. E questa è chiaramente la caratteristica ideale se le si vogliono impiegare per fare gli gnocchi (ma anche purè, crocchette sformati). Le patate farinose sono quelle a pasta bianca, che sono assai differenti da quelle a pasta gialla caratterizzate da una polpa molto compatta.

gnocchi (3).jpg

Ingredienti per 4 persone

1 kg di patate

250 g di farina

1 uovo

sale

gnocchi-di-patate2

Come si fanno gli gnocchi di patate:

1 Lessate la patate con la buccia. Mettete le patate in una pentola, ricopritele completamente di acqua fredda e aggiungete un cucchiaio di sale.

2. Cuocetele per 20/25 minuti dal bollore.

3. Una volta cotte fatele intiepidire, sbucciatele e poi schiacciatele con lo schiacciapatate. Vi consiglio di non farle raffreddare completamente altrimenti saranno più dure da lavorare.

4.  Aggiungete alle patate la farina e l’uovo e lavorate sino ad ottenere impasto omogeneo.

ATTENZIONE. L’impasto con queste dosi vi sembrerà troppo morbido ed appiccicoso. E’ così che deve essere. aggiungendo altra farina gli gnocchi perderebbero la loro sofficità. Quando lavorate l’impasto abbiate cura di avere sempre la mani infarinate!

5. Dividete l’impasto in quattro parti uguali e formate dei filoncini.

6. Tagliate i filoncini a pezzetti e passateli sui rebbi di una forchetta.

dare forma agli gnocchi

Gli gnocchi si cuociono in abbondante acqua salata e son pronti quando vengono a galla! Questa è la ricetta base. Potete condirla con i sughi che più vi piacciono, o semplicemente con burro e salvia. Ad esempio in inverno si possono preparare dei deliziosi gnocchi di zucca!

gnocchi (4).jpg

Oppure si può aggiungere del formaggio morbido all’impasto come nel caso degli gnocchi di crescenza! Insomma giovedì gnocchi, ma come più vi piace 😉

Francesca

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.