Torna l’ora legale 😴🕒

oralegale-1280x720.jpg

Ci siamo…. nella notte tra il 28 e il 29 marzo tornerà l’ora legale, e quindi si dormirà un’ora di meno!!! 😫

come-svegliarsi-presto-la-mattina

Alle 2 del mattino dovremo spostare in avanti le lancette degli orologi di un’ora, passando direttamente alle ore 3:00.

Però vediamo il lato positivo… le giornate si allungheranno e saremo consapevoli di andare verso l’estate.. e questo ci darà una grande carica!!!☺️

soncni-zahod (2)-16x9Nel novembre scorso l’Italia si è detta contraria alla totale abolizione dell’ora legale per tre ragioni: innanzitutto mancherebbero ancora prove scientifiche che quei due piccoli cambiamenti di fuso orario possano creare un danno psico-fisico; inoltre, grazie all’ora legale, che per sei mesi consente di accendere le luci un’ora dopo, gli italiani risparmiano parecchio in bolletta; la terza perplessità riguarda la possibilità che le singole scelte dei Paesi membri possano creare differenze tra fusi orari talmente ingombranti da mettere a rischio il corretto funzionamento del mercato comunitario.

-orologi-indietro-di-un-ora-arriva-l-ora-solare-j6rd

Quindi, dopo che l’Unione europea aveva chiesto ai vari stati membri di decidere riguardo al proprio fuso orario, l’Italia ha per il momento detto di no e ha depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere il sistema tuttora in vigore: sei mesi l’anno di ora legale, che qui da noi si ha dal 1966, e sei mesi l’anno di ora solare (come molti altri Paesi del Sud, a differenza dei Paesi del Nord che sono apertamente contro l’ora legale, dal momento che in estate fa buio più tardi e non hanno bisogno di spostare gli orologi per un risparmio energetico).

Per il momento, quindi, l’Italia ha formalmente chiesto di mantenere il sistema tuttora in essere: sei mesi l’anno di ora legale e gli altri sei mesi di ora solare, con un documento depositato a Bruxelles lo scorso giugno che per ora (febbraio 2020) è rimasto invariato.

ora-legale-lifarnur.blogspot.com_

Dopo che anche gli altri Stati membri avranno depositato il documento in cui si esprime la posizione nazionale (position paper), avverrà la discussione definitiva nelle sedi del Parlamento e della Commissione europea.

Intanto, il prossimo mese sposteremo le lancette – nella notte tra il 28 e il 29 marzo – come sempre e rimaniamo in attesa della decisione della Commissione europea. Entro il 2021, comunque, se così dovessero rimanere le cose, anche l’Italia dovrà prendere una posizione e decidere quale dei due orari adottare.

Dormire-Sonno-Letto.jpg

 

Quindi per ora mettiamoci l’anima in pace… il 31 marzo dobbiamo dormire un’ora di meno!!! 😴😴

iStock-471767795-min-e1553622362453
Simonetta

cropped-cropped-blogromaislove1.png

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: