“Menomale che ce stai te, ‘a Nasone!”

Claudio Vannetiello55

T’offro da beve senza piamme ‘na lira
Certi se inchineno pe’ toccamme er naso
Me score nelle vene acqua cristallina
So’ ‘mprevedibile, me incontri pe’ caso

S.P.Q.R. ce l’ho sur petto tatuato
In testa c’ho ‘n cappello tonno a fiori
Si m’attappi er naso cor dito ‘ncarcato
Je spruzzo dar buco dritto verso fòri

So’ ‘n simbolo de Roma a tutti l’effetti
Quann’eri regazzino me ricordo l’emozione
Quanno me incontravi giù nei giardinetti
Dicevi: “Menomale che ce stai te, ‘a Nasone!” _  poetidertrullo.it

Claudio Vannetiello

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.