Questa sera la cometa Neowise illumina la notte☄️ Spettacolo unico☄️

il

cometa (2)

Questa sera munitevi di binocolo, provate a recarvi in un punto molto alto e con un po’ di buona fortuna potrete godervi uno spettacolo unico ☄️ Dall’Italia agli Stati Uniti, tutti con gli occhi al cielo per ammirare la cometa C/2020 F3, più nota come Neowise, protagonista di queste notti d’estate. Scoperta lo scorso 27 marzo grazie al telescopio spaziale Wise (Wide-field Infrared Survey Explorer) della Nasa da cui ha preso il nome, il piccolo corpo celeste, fatto di gas ghiacciati e frammenti di rocce, con la sua coda luminosa è ben visibile, anche a occhio nudo, da metà luglio fino all’inizio di agosto.

«È stimato che abbia cinque chilometri di diametro – spiega il direttore dell’osservatorio Astronomico del Righi, Walter Riva – è una cometa relativamente nuova, ma che ha sviluppato una bella coda. L’unico problema è che al momento è molto bassa all’orizzonte e quindi non è semplicissimo osservarla». Da oggi la sua visibilità serale migliorerà sempre più. «Si riconosce facilmente anche a occhio nudo, ma conviene andare in un luogo molto buio e in alto – racconta Marina Costa, la fotografa dell’osservatorio astronomico che è riuscita a immortalare il corpo celeste – All’inizio ero poco fiduciosa, ma poi ho visto questo sbuffo di luce spuntare dal profilo del monte, è stato molto emozionante. Sono riuscita a fotografarla intorno alle 3.30 del mattino, prima dal terrazzino della cupola dell’osservatorio e poi dal parco del Peralto, quando si trovava ancora nella costellazione dell’Auriga».

Space galaxy background with comet

Neowise il 23 luglio raggiungerà il perigeo, cioè il punto più vicino alla Terra, a circa 104 milioni di chilometri di distanza. «Si sarà tuttavia già allontanata abbastanza dal Sole, e quindi la sua luminosità sarà calata un po’ – spiega ancora Riva – nei prossimi giorni sarà visibile anche al tramonto. Al momento si trova nella costellazione della Lince, ma a partire da venerdì si troverà nel punto più basso dell’Orsa Maggiore, proprio tra le zampe posteriori. Per chiunque voglia mettersi sulle tracce di C/2020 F3 consiglio di dare un’occhiata alle mappe stellari online costantemente aggiornate sulle riviste scientifiche come Sky & telescope».

Bunnies at romantic moonlight.

Simonetta

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.