“Amor”, palindromo di Roma

 

Schiacciata tra l’incubo del ritorno della pandemia con un  tempo più ostile a un ripensamento della città, Roma appare non più eterna ma immobile. Lo straordinario dell’ordinario.

Claudio Vannetiello

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.