Padelle roventi 2020 a Rocca di Papa🥘

Padelle roventi 2020 a Rocca di Papa fino al 6 settembre 2020 🥘

 

Al Parco la Pompa di Rocca di Papa dove, dal 3 al 6 settembre, si parte con la prima data romana del festival itinerante dedicato al cibo di strada e alla cucina dal vivo, con una proposta culinaria variegata, pensata per soddisfare tutti i gusti, e con street chef professionisti provenienti da tutto il territorio a bordo dei loro risto-stand, attrezzati per deliziare il pubblico con ricette tipiche, preparate e cotte al momento. Protagonista indiscusso dell’evento è il food&beverage di qualità, accompagnato da attività ludiche e piacevoli passatempi: oltre alle vere e proprie perfomance di show cooking, ci aspetta un weekend ricco di magia tra dj set e sottofondi musicali e tra spettacoli acrobatici e di giocoleria con gli artisti circensi del Circo Bianco che, soprattutto nella serata di sabato 4, si esibiranno in spettacolari numeri funambolici.

Da segnalare l’area riservata a Virtual Experience, che ci accompagnerà attraverso un’esperienza immersiva in mondi fantastici, un’esperienza esclusiva e del tutto innovativa in un evento di street food: verrà allestito uno spazio dedicato alla realtà virtuale a cui, in totale sicurezza, potranno partecipare tutti, adulti e bambini. E, proprio per divertire questi ultimi, verrà inoltre creata una maxi area con giostre e giochi, un vero e  proprio luna park per ragazzi di ogni età. Padelle Roventi si distingue per i design brandizzati e accattivanti, immediatamente riconoscibili dai food truck e dalle cucine mobili allestite in camioncini o Ape Car. Ce n’è per tutti i gusti! Hamburger classici e rivisitati, arrosticini abruzzesi, caciocavallo silano, porchetta d’Ariccia, bombette pugliesi e – per chi non ama la carne – panini gourmet come quello con polpo grigliato e scelte vegan e vegetariane. Il tutto accompagnato da una ricca selezione di birre artigianali, in varie tipologie, colori e gradazioni. Un universo a parte poi quello della pasta! Maccheroni, tonnarelli, pici, trofie, condita coi celebri intingoli che l’hanno resa popolare in tutto il mondo: dalla cacio e pepe alla gricia, dall’amatriciana alla carbonara, dai semplici sughi alle più sofisticate salse tartufate.  E per i più golosi, quale miglior modo per concludere il pasto se non un dolce delle migliori pasticcerie napoletane o siciliane?

Fiere Roma offre uno street food di ristorazione, nel quale è la qualità a fare la differenza. Come in un ristorante a cielo aperto, con cucina a vista, street chef qualificati e pizzaioli professionisti metteranno in mostra le loro doti culinarie, pronti a stupirvi con spettacolari cooking show. Portando in tour la tradizione dei piatti italiani, le tipicità locali e regionali, e con uno sguardo aperto alla cucina internazionale, Fiere Roma offre pietanze bio e a kilometro zero, materie prime pregiate direttamente dal produttore al consumatore. L’obiettivo è portare tra la gente le eccellenze del cibo di strada, organizzando eventi innovativi che coniugano il buon cibo al sano divertimento, attraverso 4 format d’intrattenimento portati in tour per altrettante tipologie di street food e creati per soddisfare le più svariate esigenze alimentari e appagare anche i palati più raffinati.

Mission ispiratrice del progetto è la volontà di stimolare una cultura del prodotto gastronomico e allo stesso tempo produrre un’etica alimentare, educando il cittadino a un consumo consapevole e permettendo la fruizione di cibi sani e genuini, di origine protetta e controllata, con lo scopo di innalzare la dignità culturale del cibo di strada, elevandolo a vera e propria arte culinaria. L’evento è organizzato con un ben strutturato piano di sicurezza anti-Covid, che prevede ingresso contingentato, l’uso della mascherina e di igienizzanti, il divieto di assembramenti con annesso distanziamento dei tavoli e con precise norme da seguire per il servizio presso gli stand.

Francesca

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.