Rino Gaetano avrebbe compiuto 70 anni: una scrittura unica del privato che è politico🇮🇹 La canzone che ho scelto per voi è la splendida Aida.

  

Rino Gaetano avrebbe compiuto 70 anni: una scrittura unica del privato che è politico🇮🇹 La canzone che ho scelto per voi è la splendida Aida.

L’Italia è Aida, l’opera lirica di Verdi che si fa nome proprio femminile, un nome che serve qui a sintetizzare la storia di ogni donna italiana e quindi, come disse Gaetano in più d’una intervista, proprio della nazione intera. La chiesa cattolica, il nazionalismo e il colonialismo, il fascismo, i compromessi del secondo dopoguerra, i “trent’anni di safari”, cioè di lotte tra politici, imprenditori e uomini di spettacolo.

Eccovi il testo:

Lei sfogliava i suoi ricordi
le sue istantanee
i suoi tabù
le sue madonne i suoi rosari
e mille mari
e alalà
i suoi vestiti di lino e seta
le calze a rete
Marlene e Charlot
e dopo giugno il gran conflitto
e poi l’Egitto
un’altra età
marce svastiche e federali
sotto i fanali
l’oscurità
e poi il ritorno in un paese diviso
nero nel viso
più rosso d’amore
Aida come sei bella
Aida le tue battaglie
i compromessi
la povertà
i salari bassi
la fame bussa
il terrore russo
Cristo e Stalin
Aida la costituente
la democrazia
e chi ce l’ha
e poi trent’anni di safari
fra antilopi e giaguari
sciacalli e lapin
Aida come sei bella

Aida è bellissima e Rino Gaetano non fa che dircelo, ce lo dice anzi così tanto che quel come sei bella è il ritornello della sua canzone, cioè lo snodo chiave, quello che non deve mai andarsene dalla memoria, quello che insomma, nonostante tutto, oltre tutto, tra le metafore sottilissime e azzeccate, tra il bene e il male raccontati, ci dobbiamo sempre ricordare… politicamente e confidenzialmente parlando.

Grazie Rino! Orgoglio Italiano🇮🇹

ANTONELLA

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.