Le Cartellate o “carteddate”

Le Cartellate o “carteddate” sono un tipico dolce natalizio della tradizione pugliese. Friabili e croccanti, sono realizzate con ingredienti semplici: per prepararle ci vuole manualità, ma grazie a questa ricetta e alcuni accorgimenti il risultato sarà davvero golosissimo. Sfoglia sottilissima, friabili e croccanti con sapore inconfondibile, reso ancora più goloso dal miele o dal vin cotto.

Ingredienti:
  • 500 g Farina 00
  • 100 ml Olio extravergine d’oliva
  • 160 ml Vino bianco
  • Clementine
  • 1 cucchiaino Sale
  • 1 cucchiaino Zucchero
  • q.b. Olio di semi di arachide
  • un pizzichi Cannella in polvere
  • 250/300 g Miele (oppure vincotto)

Preparazione:
  • Procedimento dettagliato per le cartellate pugliesi ricetta originale:
  • Sbucciare una clementina e conservare la scorza a pezzetti.
  • In un tegame scaldare l’olio evo e far soffriggere la scorza messa da parte per aromatizzarlo. Allontanare quindi le bucce.
  • Sistemare la farina a fontana su di una spianatoia e unire un cucchiaino di sale e uno di zucchero.
  • Amalgamare con una forchetta e unire pian piano l’olio caldo.
  • Nel frattempo far intiepidire su fuoco basso il vino bianco e, una volta pronto, unirlo alla farina amalgamando il tutto. Impastare energicamente sino a quando il panetto risulterà liscio e omogeneo. Aggiungere un pochino di vino in più se dovesse servire (molto dipende dalla qualità di farina)
  • Lasciar riposare circa 30 minuti coperto con una ciotola.
Cartellate pugliesi ricetta originale il mio saper fare
  • Trascorso il tempo. dividere l’impasto in pezzetti e lavorare ogni pezzetto nella macchina per pasta per renderlo ancora più liscio posizionando il rullo sulla tacca numero 1 e poi tacca numero 2.
  • Alla fine tirare delle sfoglie sottilissime utilizzando l’ultima tacca e adagiarle sul piano lavoro ben infarinato.
  • Con una rondella dentata, tagliare delle striscioline di 5 cm circa di larghezza e 25/30 cm di lunghezza.
Cartellate pugliesi ricetta originale il mio saper fare
  • Ogni strisciolina va piegata leggermente su se stessa e pizzicata ogni 4 cm per unire bene i lembi, nel frattempo arrotolarla a spirale pizzicando qualche lato per tenerla unita a rosa.
  • E’ importante pizzicare bene la pasta, altrimenti le rose potranno aprirsi durante la cottura; consiglio infatti di bagnare con acqua le punta della dita.
  • Sistemate le cartellate sul piano lavoro e far asciugare per una notte intera.
  • In un tegame versare abbondante olio per frittura e portarlo a giusta temperatura (circa 170°C)
  • Friggere le cartellate avendo cura di girarle spesso per ottenere una doratura uniforme.
  • Allontanarle dall’olio, adagiarle  su carta assorbente con le cavità rivolte verso il basso per eliminare tutto l’olio in eccesso.

  • Far scaldare abbondante miele o vincotto, immergere le cartellate completamente e sistemarle su un piatto.
  • Decorarle con zuccherini colorate, noci tritate e canditi
  • Le cartellare vanno conservate in contenitori chiusi ermeticamente.
  • Far riposare l’impasto per circa 30 minuti per sviluppare la maglia glutinica che lo renderà molto più elastico.
  • Dopo il riposo lavorare l’impasto con la macchine per pasta per renderlo molto più liscio e setoso
  • Stendere la sfoglia sottilissima, solo così in cottura sarà possibile ottenete tante bolle e di conseguenza avere delle cartellate friabilissime
  • Pizzicare bene il punto di unione delle strisce e bagnare le dita per meglio sigillare
  • Far riposare le cartellate una notte intera, una volta asciutte la frittura sarà perfetta.
  • Non aggiungere acqua oppure succo di arancia nel miele, le cartellate perderanno friabilità
Bon appétit 😉

Francesca

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.