“The Undoing”una overdose da figaggine 🎦

  

“The Undoing”una overdose da figaggine 🎦

The Undoing – Le verità non dette – nuova serie HBO creata da David E. Kelley e diretta da Susanne Bier: dall’8 gennaio tutti gli episodi sono on demand su Sky e in streaming su NOW TV. Una volta visto il primo dei sei episodi che la compongono, sarà difficile, quasi impossibile, smettere. Quindi, regolatevi in anticipo in base ai vostri ritmi sonno/veglia, ai vostri impegni lavorativi e alla vostra personale autodisciplina. Vero è che avere una specie di imprescindibile appuntamento quotidiano, di ‘sti tempi che somigliano a un eterno giorno della marmotta, non è una cattiva idea. Ciò consigliato e chiuse tutte le parentesi, veniamo a noi…

In The Undoing sono tutti talmente fighi ed è tutto talmente, dannatamente bello, che manco ci s’accorge che, nell’arco di quarantacinque minuti, non accade quasi nulla. Si sta lì, un po’ imbambolati, a sospirare davanti a cappotti, zigomi, pianoforti, sale da pranzo e camere da letto, e pian piano la domanda attorno alla quale ruota la serie – «Chi ha ucciso Elena Alves?» – passa in secondo piano rispetto a una questione assai più urgente, che oserei definire di principio. E cioè, possibile che Nicole Kidman, psicanalista di grido da trecento dollari a seduta, non avesse capito un tubo di quel che le stava succedendo intorno? Che non avesse mai subodorato il Grande Trauma del passato del marito? Che non si fosse mai posta qualche dubbio sui suoi nebulosi trascorsi? Cosa li paghiamo a fare, gli analisti, se nemmeno s’accorgono che il coniuge ha una doppia vita? Non so come si siano comportati i clienti di Grace Fraser, ma io minimo minimo avrei chiesto un risarcimento. Così per dire…

antonella

 

 

ANTONELLA

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.