Collezione Chanel Haute Joaillerie Escale à Venise💎

Collezione Chanel Haute Joaillerie Escale à Venise💎

Un cielo quasi innevato come sfondo, un freddo polare come atmosfera e una colonna di Vendôme più pietrificata che mai. È in pieno inverno e nel cuore di Parigi che questo “Stopover in Venice” viene mostrato… Come altri gioiellieri, Chanel ha visto il suo calendario sconvolto dal Covid.

Tuttavia, questo clima moderatamente indulgente ha l’effetto di stuzzicare l’appetito dei tagliatori di diamanti. “Da quando il mercato si è ripreso in Asia, le vendite sono aumentate vertiginosamente”, osserva un attento osservatore di questo settore. La gioielleria raffinata, soprattutto quando presenta pietre eccezionali, sembra essere un rifugio sicuro. E trova un acquirente. “

Con 70 modelli di cui 22 pezzi unici, “Escale à Venise” dovrebbe soddisfare gli appassionati. Soprattutto perché le gemme sono trattate in maestà. “Servono meravigliosamente bene il soggetto di questa collezione”, osserva Patrice Leguéreau, direttore del design di gioielli. Come questo impressionante zaffiro del Madagascar di oltre 30 carati e questo rubino cabochon del Vietnam di 20 carati o questo diamante giallo di 15 carati il ​​cui splendore arancione è spettacolare. I diamanti bianchi non vengono dimenticati, tre gioielli hanno ciascuno più di 20 carati di pietre centrali che sono tutte di qualità eccezionale. La ricchezza e l’abbondanza delle pietre utilizzate sono direttamente legate alla Venezia bizantina, con questo sofisticato Oriente che tanto ha ispirato Chanel “.

  “Volevo mettere la storia, l’architettura e l’artigianato in prospettiva con elementi popolari di identificazione della città come i gondolieri, i palini di legno a strisce dove sono stivate le barche”, continua Patrice Leguéreau . Ogni gioiello fa riferimento a elementi veneziani. Gabrielle Chanel appare solo come una filigrana. ” 

Facendo eco ai palines veneziani, un braccialetto di diamanti, onice e spinello rosso.
Facendo eco ai palines veneziani, un braccialetto di diamanti, onice e spinello rosso.© Chanel Haute Joaillerie

Mescolando abilmente Venezia con le icone del marchio, il marchio offre una collezione estremamente sorprendente, di tale ricchezza e densità da conferirle un piacere unico. La linea grafica e potente oscilla spesso tra il figurativo e l’astratto, tracciando uno stile omogeneo e coerente tra i modelli.

 

 Esemplare sotto questo aspetto, il set trasformabile Eblouisant i cui motivi geometrici in oro rosa e diamanti bianchi hanno richiesto più di duemila ore di lavoro. Fanno eco alla facciata di Palazzo Ducale in marmo rosa di Verona e marmo bianco d’Istria. I diamanti taglio baguette sono associati ai diamanti taglio Asscher (un taglio smeraldo quadrato), il più grande dei quali pesa oltre 10 carati. Progettato architettonicamente, il design della collana ultra contemporanea risuona anche con il tessuto trapuntato di Mademoiselle. Il suo prezzo supera i 5 milioni di euro. In un registro bizantino, Chanel eccelle nell’interpretare i mosaici che adornano i pavimenti e le facciate di Venezia, qui mescolando un intarsio di lapislazzuli nei colori della notte con una costellazione di zaffiri gialli, formando un letto di tessere di zaffiro paglierino dove fiorisce un camelia granata con pistillo giallo diamante e foglie di giada verde, di sontuosa raffinatezza.

Federica

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.