“Candelora 2021″🕯️🕯️🕯️ La festa della luce🕯️🕯️🕯️

“Candelora 2021″🕯️🕯️🕯️ La festa della luce🕯️🕯️🕯️

Non so voi… ma a me le giornate scivolano tra le mani… oggi è già 2 febbraio… ben 40 giorni dopo Natale… e il calendario ci dice che oggi si celebra la Candelora,  La Candelora è una ricorrenza cristiana che viene celebrata oggi, chiamata anche festa della purificazione della Vergine Maria e della presentazione di Gesù al Tempio. Quest’anno è caratterizzata dalle restrizioni anti Coronavirus…  La festa è chiamata Candelora perché  si benedicono e distribuiscono ai fedeli le candele. La tradizione, infatti, vuole che queste difendano contro calamità e tempeste. Oltre a questo, le candele accese simboleggiano Gesù Cristo, ovvero, la luce del mondo.

Il giorno della Candelora è una ricorrenza molto sentita in Italia. Tra i principali festeggiamenti del nostro Paese, anche se quest’anno sono condizionati dalle restrizioni anti-Coronavirus, ricordiamo a Chiaromonte, in Sicilia, per la vigilia della festa le donne vanno a purificarsi in cima alla montagna, bagnandosi con la rugiada. In molti centri della Costiera Amalfitana il 2 febbraio è la festa dei pescatori, celebrata con la Santa Messa e uno spettacolo di fuochi d’artificio.

A Catania la Candelora è legata a Sant’Agata. A Martano si tiene una grande fiera in cui vengono venduti animali, principalmente cavalli, attrezzi agricoli e macchinari. A Castelpoto in provincia di Benevento, esiste un’antica tradizione: dalla notte di Natale fino al giorno della Candelora il Bambino Gesù viene esposto davanti l’altare maggiore per poi essere baciato l’ultima volta. Ad Acquaviva Collecroce in provincia di Campobasso la mattina della Candelora, dalle prime ore dell’alba, ha inizio l’antichissima Fiera di San Biagio. Nelle ore pomeridiane il popolo si riunisce in chiesa per la Celebrazione Eucaristica, la Benedizione delle Candele e il tradizionale Bacio del Bambinello.

Oggi 2 febbraio, festa della Presentazione del Signore, alle ore 17.30, nella basilica di San Pietro, il Papa celebrerà la Santa Messa per la Giornata della Vita Consacrata!

Ma ci sono tanti detti e proverbi sulla Candelora… soprattutto riguardanti la metereologia.

42317_1_1.jpg

  • “Te la Candelora la vernata è ssuta fora, ma ci la sai cuntare nc’e’ nu bbonu quarantale” (Della Candelora l’inverno è già passato, ma se fai bene i calcoli, ci sono ancora ben 40 giorni altri”
  • “Candelora piova e Bora, del’inverno semo fora, Candelora sol el vento del’inverno semo dentro”
  • “A la Cannilora, ogni gaddina veni a ova” (ogni gallina, anche quella più giovane, inizia a fare le uova)
  • “Pi la Cannilora figghia a vecchia e figghia a nova” (gallina vecchia e giovane fanno le uova)
  • “Ppà Cannalora a mmirnata ie fora ma se fora un iè, n’atri quaranta jorna cci n’è” (Se il tempo nel giorno della Candelora è buono, allora sì che l’inverno sta per finire. In caso di pioggia e vento, il brutto tempo continuerà per altri 40 giorni con un marzo, a livello meteorologico, freddo e piovoso)

  • “Alla Madonna della Candelora dall’inverno siamo fuori, ma se nevica o tira vento 40 giorni siamo ancora dentro”
  • “Se piove o se gnagnola dell’inverno semo fora”
  • “Si purificatio nivibus, Pasqua floribus. Si purificatio floribus, Pasqua nivibus”, ossia “Se il 2 febbraio nevica, la Pasqua sarà fiorita. Viceversa, se della Candelora le gemme sono già sbocciate, si tratta di un falso allarme
  • “Sole micante, die Purificante, frigor peior postquam ante” (Se il Sole ammicca il giorno della Candelora, seguirà un freddo ben peggiore di prima)
  • “Candelora in foglia, Pasqua in neve”
  • “Candelora scura dell’inverno non si ha paura”
  • “Se nevica per la Candelora, sette volte la neve scola”
  • “Da Candalora cu on avi carni s’impigna a figghijola”
  • “Pa Cannilora u brascirr fora”. 

Purtroppo ci sono anche dei riti di stregoneria che vengono fatti in questo giorno…. questa festa per alcuni è chiamata anche  “festa di santa Brigida”, ed è il giorno in cui si svolge un importante sabba stregonesco, dedicato, tra l’altro, alla consacrazione delle candele e dei lumi che verranno utilizzati nei riti dei mesi successivi (30 aprile-Valpurga, 1º agosto-Lammas, 31 ottobre-Halloween), ed è la notte nella quale gli apprendisti stregoni hanno la loro cerimonia di iniziazione….

Rimango senza parole a leggere queste notizie… ma purtroppo esistono ancora questi riti…

Quindi… armiamoci di candela… andiamo a messa e sconfiggiamo il male come possiamo… Ce lo meritiamo!!!

Simonetta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.