Collezione pre-fall 2021 di Louis Vuitton, che invita a fare il pieno di “Vuittamins” 

 

Collezione pre-fall 2021 di Louis Vuitton, che invita a fare il pieno di “Vuittamins

Nicolas Ghesquière ha rivolto il suo talento alla macchina fotografica per Louis Vuitton Pre-Fall 2021. L’abile direttore creativo ha assunto la sua amica, l’attrice franco-inglese Stacy Martin, come musa ispiratrice per le riprese, sognando un aspirante film stilizzato per ospitare il suo collezione neo-sportiva. Insieme si sono cimentati in una serie di bizzarri tableaux come un cenno al surrealista cinematografico, David Lynch.

La collezione è una stratificazione della cultura pop di tutto ciò che è preferito dal cliente Louis Vuitton. Abbigliamento con logo, accessori stravaganti e capi raffinati. Perfetto per la colombaia pre-caduta che, storicamente, è un’opportunità per le etichette per colmare il divario tra primavera e autunno e per aumentare alcune vendite extra.

Quindi, ha senso che questa gamma sia commercialmente chic. Martin, che ha recitato in numerosi film francesi e americani oltre ad aver modellato per artisti del calibro di Miu Miu, porta un intrigo desiderabile ai fotogrammi fissi. I pezzi stessi offrono omaggi degli anni ’80 e dei primi anni 2000 con tuniche su maglieria a righe, stivali morbidi al neon, capri da golf e persino giacche a vento multicolori.

Ghesquière ha abilmente incorporato questi abiti onnipresenti in un paesaggio drammatico, ottenendo una visione molto Louis Vuitton di come potrebbe apparire lo street wear se continuiamo a inginocchiarci al suo alter. E il risultato è un po ‘postmoderno. Una storia satura e illuminata che è artistica, divertente, satirica e, proprio come un film di Lynch, più che un po ‘inquietante. È stato girato nella campagna francese in un castello decadente, un ambiente intenzionalmente in contrasto con i valori del designer per la collezione. “In questo momento di confusione, ci siamo concentrati sui fondamentali.” Egli ha detto. Lui e il suo team hanno ideato una direzione basata su tre aree chiave: “Romanticismo” incentrato sull’opulenza, “Energetic Sportswear” che prevedeva lo scontro grafico dei colori e “Rediscovering Essentials” che significava che icone e motivi rimanevano la massima priorità.

“Filling Up on Vuittamins” è l’arguto risultato del gioco di parole. Uno che ospita tutti e tre gli angoli del modello LV must-have pur offrendo qualcosa di veramente fresco e interessante. Questi pezzi – in particolare la giacca Harrington in pelle rosa e viola e le felpe con maniche con logo – saranno sicuramente grandi venditori a livello globale per il marchio. Ghesquière aveva il suo cappello da lavoro qui, ma in questo periodo di tempo gli abiti che mirano a adattarsi al nostro stile di vita (letteralmente e figurativamente) sono un’offerta gradita.

Sicuramente un Vuittamin quotidiano fa bene alla salute 😉

Federica

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.