MAM MAIANI ACCADEMIA MODA – “APPLAUSI”✴️

MAM MAIANI ACCADEMIA MODA – “APPLAUSI”✴️

Con un cortometraggio girato in un piccolo teatro nel centro di Roma, dedicato al sipario ancora chiuso a causa della protratta pandemia, l’Accademia Moda Maiani riporta l’attenzione sul mondo dello spettacolo ancora in piedi. Il film, proiettato sulla piattaforma digitale Altaroma, presenta la collezione ecosostenibile realizzata con materiali di scarto dagli studenti Maiani.

l video, dal titolo “Applausi”, alza il sipario del Teatro dei Ginnasi, nel centro storico della capitale. Gli Applausi sono quelli di un unico spettatore che nel film rivive, forse, sognando, l’atmosfera di uno spettacolo. Sul palco ballerini e modelli interpretano personaggi teatrali di mondi diversi. Sulle note struggenti della musica dal vivo di un pianoforte e di un violino, la danza diventa mezzo narrativo, per raccontare una collezione creata nel rispetto dell’ambiente, secondo i criteri dell’economia circolare che recupera materiali di scarto come organza e cerniere. In scena si mostrano abiti che seducono con volute trasparenze per rivelare la sinuosità dei corpi in movimento. Zip difettose, bustier come corsetti medievali attraversati da spine, intarsi e trame giurassiche.

Maniche enormi nell’abito di Campanellino, mantelli stravaganti, cornici di legno indossate come giacche, boleri preziosi ricamati con ramage. I mini abiti sembrano sculture composte e con elementi geometrici 3D, body-dress e bomber in organza plastificata sono impreziositi da cappucci ricamati smog. Creature astrali danzano e si muovono sul palco indossando parrucche siderali o sgargianti dal lilla all’arancio. Il violino dialoga con il pianoforte in tutte le sue note struggenti, per “dare voce al silenzio dei teatri italiani”. Un lungo applauso di due minuti, preceduto da una frase di Eduardo De Filippo, chiude il cortometraggio eseguito dalla giovane attrice Giorgia Battistoni, da Yury Napoli, Fabiola Gaudio al violino e dal maestro Lorenzo Porzio, autore della musica, al pianoforte . La regia teatrale è di Rossano Giuppa,

Federica

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.