BORDO la Pizzeria Del Pigneto🍕

 

BORDO la Pizzeria Del Pigneto🍕

La pizza qui è espressa, molto soffice, con ingredienti di qualità; anche i fritti sono molto buoni. La pizza visivamente è una classica pizza napoletana, ma differisce molto nell’impasto che risulta più leggero. Il bordo alto rimane molto spumoso ed arieggiato, dunque a differenza della tipica pizza napoletana è un po’ più croccante e non è gommosa. Ottimi i sapori, ottima la bufala. Consigliato! Personale super alla mano e preciso. Ci voleva al Pigneto!

Il locale ha una allure vintage, con maioliche e una scelta di colori decisa. Trionfa il netto contrasto di bianco e nero, con un giusto apporto di piante. Il pass della pizzeria su di un lato è ben bilanciato dal bancone su cui campeggiano le spine per la birra. Lo spazio all’interno è contenuto (pochi tavoli con un notevole distanziamento) mentre un largo dehor si protrae all’entrata. 70 le sedute in inverno che diventano 120 quando la bella stagione fa sì che aprano le vetrate e si acceda al piccolo ulteriore spazio all’ingresso. Prenotate per un pranzo quanto prima. Non ve ne pentirete 😉

Bordo è una pizzeria napoletana sui generis. Propone una pizza leggermente distante dalla napoletana/casertana contemporanea, strizza necessariamente l’occhio a una clientela capitolina. Si rifugge una eccessiva morbidezza, aggiungendo un elemento sempre ben gradito: la ruvidezza. La pizza ha un cornicione napoletano accentuato, alveolato, consistente ma non ingombrante. Il bordo è bilanciato dalla farcitura, non prevale su quest’ultima anzi aiuta a equilibrarne la possanza. Il risultato è una pizza scioglievole e ben farcita al centro e leggermente croccante seppur soffice verso l’esterno. La superficie appena ruvida è perfetta per pulire il palato per lo spicchio successivo. Per le farine Bordo si affida a Petra, il pomodoro è Gustarosso, il fior di latte viene consegnato quotidianamente da Caserta, Macelleria Galli fornisce salsicce e mortadella, alcuni formaggi sono di Dol, l’olio Flaminio.

La Bordo per esempio è una pizza con il cornicione ripieno, nel cornicione si cela un modesto quantitativo di una ottima ricotta di bufala resa cremosa, sulla pizza il fior di latte (non sovrabbondante) è accompagnato da lardo di Colonnata in uscita e qualche briciola di tarallo napoletano. La sapidità discontinua e la dolcezza di fondo creano una danza armonica. Qual è il segreto della bontà di questa pizza? La moderazione. Gli ingredienti non si affastellano gli uni sugli altri in quantità eccessiva anzi si richiamano ordinatamente. Buona. Bis! (Costa 11.5€)

18 le pizze in menu. Le farciture tengono conto tanto della consuetudine partenopea quanto dei prodotti del territorio romano. Per questo inverno, al di là delle classiche Marinara 5.5€, Margherita (con una spolverizzata di parmigiano) 6 €, Funghi rossa, Fiori e alici, Diavola, Salsiccia e friarielli 9.5€, potrete assaggiare la Cipolla caramellata (Fior di latte, cipolla di Cannara, gorgonzola e noci) 8.5€, la Crema di broccoli romaneschi (con guanciale e pecorino), la Patate, zafferano e salsiccia e la 4 formaggi targata DOL 9 €.

Per i fritti tanto spazio è accordato alla tradizione napoletana quanto quello occupato dai fritti cari ai romani. Oltre al classico Supplì al telefono, si può scegliere il Cacio e pepe e quello Zafferano e salsiccia. Il riso ha una cottura corretta, la panatura è croccante. Frittatine e crocchè farciti puntano il tutto per tutto sulla golosità…. Dolci studiati ad hoc per lasciare un dolce ricordo negli avventori. Poche e ben studiate le referenze del beverage per non confondere ma per guidare nella scelta. Il conto è  leggero.

Pizza eccellente, una delle più buone che ho assaggiato a Roma: è un ottimo compromesso tra quella romana e quella napoletana🍕

BlogRomaisLove

cropped-blogromaislove1

Bordo: Via Giovanni de Agostini 80-82, Roma. Tel. 06 97603214. SitoPagina FB

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.