BUON COMPLEANNO MANIFESTO🗞️🎂🗞️

28 aprile 1971, BUON COMPLEANNO MANIFESTO🗞️🎂🗞️

Il 28 Aprile 1971 esce il primo numero del quotidiano il manifesto. La storia politica ed editoriale inizia nel 1969 con la Rivista del manifesto. Nel contesto eccezionale e drammatico di una pandemia che ha bloccato i meccanismi della globalizzazione e posto in maniera inquietante i problemi del rapporto tra governanti e governati e del controllo sociale anche attraverso i big data, il manifesto e le realtà che gli ruotano intorno continuano a tenere aperto uno spazio, un bene comune, da costruire e da attraversare insieme. E, naturalmente, da cercare in libreria e on line (in cartaceo o ebook) e su www.manifestolibri.it/shop: mai come oggi noi, le librerie, le edicole abbiamo bisogno di tutti voi per continuare a svolgere il nostro compito.
OGGI alle 21.00 incontro online organizzato da Volere la luna e Jacopo Rosatelli, che ringraziamo moltissimo, con Luciana Castellina e Massimo Serafini sul libro LA FABBRICA DEL MANIFESTO
 Il 28 Aprile il manifesto compie 50 anni. Luciana Castellina ci ricorda l’inizio dell’avventura da quando il manifesto era soltanto una Rivista fino ai primi anni del quotidiano. Un’avventura che dura da 50 anni.
Partecipano Gianni Usai Marco Revelli Edi Lazzi
LE NOVITÀ
«Cari amici,, Avevamo messo insieme questo libro pensando che sarebbe stata l’occasione per farci ritrovare attorno a un tavolo per bel confronto politico a ridosso degli anniversari di due nascite illustri: i 50 del quotidiano il manifesto e i 100 anni dalla nascita del PCI.  Non avevamo fatto i conti con il disastro della Terra e il suo Coronavirus. Pazienza, l’appuntamento è solo rimandato, ora l’orrenda modernità ci consente solo chiacchierate digitali. Nonostante questo siamo stati fortunati a vivere quel decennio rosso. Perché la politica, la nostra politica, ci ha resi felici». 
Il libro raccoglie le testimonianze dirette della generazione che partecipò a quella collettiva presa di parola, attraverso la narrazione in tempo reale della «rivista del Mani-festo» e del quotidiano il manifesto.
Luciana Castellina scrittrice, giornalista, iscritta al PCI nel 1947, fra i fondatori del manifesto, parlamentare italiana e europea. Attualmente presidente onoraria dell’Arci.
Massimo Serafini è stato nel gruppo del manifesto dalla pubblicazione della rivista nel 1969, poi nel PdUP e parlamentare dal 1983 al 1992. Fino al 2009 è stato dirigente di Legambiente.
I rabdomanti sono gli instancabili cercatori d’acqua, in ogni luogo, nelle condizioni più avverse, spesso senza strumenti o con mezzi di fortuna, inusuali se non «magici». A questa attitudine hanno lavorato le persone, le compagne e i compagni, che hanno fondato la storia politica del manifesto. Un’avventura che, con fatica e coraggio, ancora continua ogni giorno. Abbiamo avuto il privilegio di incontrarli e di averli come maestri nel lavoro di riflessione, scrittura e organizzazione in tutti questi decenni a cavallo dei secoli e dei millenni. Contro la diffusa cancellazione del passato, «soprattutto del passato prossimo, anche per quanto riguarda le esistenze individuali» denunciava Franco Fortini, la memoria sconfinata, introspettiva e «al presente» della poesia torna, con questi umili versi «privati», necessariamente a loro nei 50 anni dalla nascita del quotidiano comunista il manifesto.
Tommaso Di Francesco è condirettore del quotidiano comunista il manifesto. Fa parte del gruppo del Manifesto dalla radiazione dal Pci a fine 1969. I suoi primi versi vennero pubblicati da Pier Paolo Pasolini su Nuovi Argomenti nel 1968.
LE NOVITÀ in EBOOK
Partendo da un’altra avventura di Luciana Castellina,  che li ha ideati e curati, da quest’anno abbiamo deciso anche di utilizzare il solo formato ebook per trattare alcuni argomenti di attualità che non possono aspettare i tempi di promozione e di distribuzione del libro cartaceo. Per farlo, naturalmente, possiamo contare solo sulle nostre e sulle vostre forze. Anche le edizioni cartacee saranno da oggi sempre accompagnate dalla versione in ebook, una scelta che abbiamo adottato in forma permanente per superare la difficoltà materiale del reperimento dei libri. Vi invitiamo però a frequentare le librerie che sono luoghi fisici di benessere, di scambio, di arricchimento e, speriamo presto di nuovo, di incontro. Vi invitiamo anche a consultare il catalogo sul nostro sito e la nostra pagina facebook per essere aggiornati sugli eventi (on line per ora)!
Buona lettura a tutte/tutti!
 
vi ricordiamo che tutti. i libri acquistati sullo shop di Manifestolibri
sono scontati del 30%
SHOP
www.manifestolibri.it      book@manifestolibri.it

BlogRomaisLove

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.