17 maggio 2021: Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia ๐Ÿณ๏ธโ€๐ŸŒˆ

17 maggio 2021๐Ÿณ๏ธโ€๐ŸŒˆGiornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia ๐Ÿณ๏ธโ€๐ŸŒˆ

Tutti nascono liberi e uguali in termini di dignitร  e diritti. In occasione della giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia (IDAHOBIT), l’Unione europea ribadisce il suo fermo impegno a rispettare, proteggere e promuovere il pieno ed equo esercizio dei diritti umani da parte di lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuali (LGBTI).ย  Un appuntamento che questโ€™anno ha ancora piรน risalto perchรฉ cade nel pieno della discussione riguardante il ddl Zan.

Sono passatiย 29 anni da quando lโ€™Organizzazione Mondiale della Sanitร  ha rimosso lโ€™omosessualitร  dallaย lista delle malattie mentali,ย e dal 2004, per ricordare la storica decisione che ha causato una rivoluzione del pensiero comuneย contro stereotipi e pregiudizi, si celebra in tutto il mondo lโ€™International Day against Homophobia, Biphobia and Transphobia (Idahot). Da quel momento, avere una relazione con una persona dello stesso stesso รจ ufficialmente considerata una โ€œvariante naturaleย del comportamento umanoโ€, come formalizza la definizione dellโ€™OMS.

giornata-mondiale-omofobia.jpg

Con la pandemia di COVID-19 sono aumentati ancor piรน i livelli di violenza e discriminazione nei confronti delle persone LGBTI, anche per quanto riguarda la violenza domestica, l’incitamento all’odio online e offline e i reati generati dall’odio. Le persone LGBTI sono spesso stigmatizzate e discriminate nell’accesso ai servizi sanitari. Inoltre, la pandemia ha comportato una riduzione dello spazio civico e un aumento degli arresti e delle detenzioni arbitrari, degli attacchi fisici e dei traumi psicologici per i difensori dei diritti umani che tutelano i diritti delle persone LGBTI. Sono atti inaccettabili e l’UE sottolinea l’importanza di porre fine alla loro impunitร .

In tutto il mondo le persone continuano a essere vittime quotidianamente di violenza, esclusione e discriminazione a causa dell’orientamento sessuale e dell’identitร  di genere, reali o percepiti, o delle loro caratteristiche sessuali. L’UE continua a essere particolarmente inquieta per il fatto che in 69 paesi le relazioni consensuali tra persone dello stesso sesso si configurano come reato e che in 11 di tali paesi l’omosessualitร  รจ ancora passibile di pena capitale.

In Italia manca ancora, infatti, una legge che contrasti lโ€™omobitrasnfobia: il provvedimento promosso dal deputato del Partito democratico Alessandro Zan si muove proprio verso questa direzione. Prevede di ampliare il reato di propaganda e istigazione a delinquere (604 bis del codice penale), che non contemplerebbe piรน esclusivamente i โ€œmotivi di discriminazione razziale etnica e religiosaโ€ ma anche quelli โ€œfondati sul sesso, sul genere, sullโ€™orientamento sessuale o sullโ€™identitร  di genere o sulla disabilitร โ€. Le associazioni Lgbti hanno organizzato mobilitazioni in oltre 50 piazze italiane (il 15, 16 e 17 maggio) per chiederne lโ€™approvazione in tempi brevi e senza modifiche.

banner_giornate_nazionali_omofobia.png

Garantire a tutti il diritto alla libertร  di essere se stessi e di amare chi si vuole richiede sforzi congiunti da parte di tutti, ogni giorno. Significa prendere semplicemente atto che lโ€™amico, il parente, il vicino puรฒ anche essere gay, o lesbica o trans, ed hanno la stessa dignitร  e devono avere gli stessi diritti.

E che tutto questo giova alla societร  intera ed รจ una conquista di civiltร !

Antonellaย 

cropped-blogromaislove1 (1)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.