L’ estate ci attende…


Da un po’ di tempo, mi è presa la smania del “poi ci richiudono”. Se già prima ero avida di vita, di esperienze, di scoperte, ora ne sono diventata ingorda. Ossessionata dal carpe diem, schiava del “ogni lasciata è persa”. Sento nella testa un ticchettio che riecheggia fino al prossimo settembre, vorrei vivere “degnamente e pienamente” ogni singolo giorno, recuperare ogni uscita persa, ogni passeggiata, ogni abbraccio a cui per mesi abbiamo dovuto rinunciare. Una bulimia esperienziale praticamente…
Come è possibile, del resto, vivere in tre mesi quello che non si può più fare in un anno intero?
Non sono mai stata una che guarda quel che ha già avuto e non quanto ancora potrebbe avere (e fare, e dare e vivere), che pensa a chi sta peggio e si fa bastare quello che ha. Sono una persona che, di fondo, non si accontenta mai.
Che mai è appagata, che mai trova pace. E l’esperienza dei lunghi mesi in zona rossa, del tempo perso e delle opportunità sprecate, sta mettendo alla prova la mia serenità.
Come state, voi? Vi sentite ottimisti rispetto al futuro, alla stagione che ci attende? Oppure riuscite semplicemente a non farvi domande, a vivere giorno per giorno senza paranoie? In questo secondo caso, vi prego, insegnatemi come si fa!

ANTONELLA

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.