IN “ART IN A MATERIAL WORLD” DELLA GALLERIA RESTELLIARTCO. PER ROME ART WEEK 2021 LE RAFFINATE TELE DI IREM INCEDAYI✴️ 

IN “ART IN A MATERIAL WORLD” DELLA GALLERIA RESTELLIARTCO. PER ROME ART WEEK 2021 LE RAFFINATE TELE DI IREM INCEDAYI✴️ 

Ha il volto velato di una donna afghana la “Statua della Libertà – 2021” su tela, della raffinata artista Irem Incedayi. L’opera è una chiara denuncia della schiavitù a cui moltissime donne ancora oggi sono condannate in diverse parti del mondo. E la fiaccola che tiene alzata simboleggia il fuoco eterno della libertà, a cui nessuno, uomo o donna che sia, dovrebbe essere costretto a rinunciare. In occasione della Rome Art Week 2021, l’artista presenta inoltre tre opere sul “mito contemporaneo”.   Una produzione di “architetture” che è il frutto di una ricerca sul tempo in stretta correlazione al presente e perfetta interpretazione del mito inteso come frutto di un intreccio tra culture differenti: quello greco-romano, le leggende provenienti dall’Asia Minore e quelle di altri popoli che nei secoli si sono affacciati sul Mar Mediterraneo.

L’arte antica e il mito rappresentano per l’artista, una certezza per un  presente e soprattutto per un futuro ignoto.
La facciata  del tempio del “Il Pantheon”, edificato in epoca romana e dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future viene rappresentata in una scomposizione grafica che, senza dissacrarne il significato simbolico e mantenendo la bellezza e la perfezione , suggerisce una contemporaneità con una rilettura più esistenziale che deriva soprattutto da un nuovo approccio di natura antropologica al Mito.

L’ Antico come classico, come valore immutabile a cui ancorarsi per contrastare la fluidità del presente, un antico reinterpretato nelle linee contemporanee di una nuova prospettiva. L’utilizzo di immagini “iconiche” e familiari creano  un linguaggio comune e un dialogo con il fruitore, evidenziando l’importanza e l’attualità della storia e dell’arte antica come confronto, ricerca e chiave di lettura della nostra società.
Il quadro che rappresenta la facciata barocca della chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, edificio che per i suoi valori artistici, tecnici e simbolici, è considerato come uno dei capolavori del Borromini, architetto, del Barocco e della storia dell’architettura in generale, nasce da un analisi e uno studio di quello che fu  il periodo in cui la produzione artistica raggiunse un particolare livello di eccellenza, non solo nell’architettura ma anche per la scultura: l’elefantino del Bernini con le sue diverse valenze simboliche a partire dalle iscrizioni sul piedistallo del monumento che ne chiariscono il significato, è li ad indicare che “…solo una robusta mente può sostenere una solida sapienza”.

L’arte antica è quella definita da Winkelmann come “ideale” , la più lontana da ogni verismo, basata sul senso dell’ordine, su una nobile semplicità e quiete grandezza ed
ancora oggi, a sottolinearne la purezza e l’immortalità, i suoi scritti riassumono  un ideale contemporaneo di cultura e di arte.

BlogRomaisLove

cropped-blogromaislove1

ART IN A MATERIAL WORLD

Rome Art Week 25 -30 ottobre 2021 

Restelliartco. Via Vittoria Colonna 9

Infoline +39 06.3243919

info@restelliartco.com  

www.restelliartco.com

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.