Pacifica cordialità☯

Pacifica cordialità☯

Settimana difficile la scorsa, molto complicata per certi versi e poi come si dice:  se non ti uccide fortifica. Il bello di essere più grandi, magari ingombranti, non graditi per personalità ed essenza, per alcuni ma non per tutti, l’ho scoperto il giorno dopo del mio compleanno. Ecco perchè!

Per esempio ti stanchi anche di rimanerci male e scegli una pacifica cordialità. Mi piacciono queste parole “pacifica cordialità”. 

  • Saluti solo chi ti saluta altrimenti accenni un cenno di capo con il sorriso.
  • Amare?! Beh…capisci che è una grande parola e la usi con cautela!
  • Le seghe mentali di ciò che pensano gli altri le lasci per gli altri. Parli con chi ti fa piacere di parlare.
  • Il “no” diventa: “NO.”
  • Il “va bene” diventa: “basta così”.
  • Il “ci penso” spesso diventa: “col cazzo”. Il termine non si addice ad una signora come me ma ci sta.

Eh si…! Si comincia una sorta di scelta. Rimani nel tuo e  lasci scorrere senza più rincorrere, per ricominciare a scegliere ciò che ci fa stare bene e in pace con sé stessi. “Lasciare andare” è in realtà una vittoria. È l’arrendersi di fronte alla meraviglia della vita, che è sempre più grande di noi e dei nostri piccoli miseri problemi.

Si tutto cambia. Cambia che cominci a capire la frase di Vasco: “mi rendo conto che il tempo vola e che la vita poi è una sola”

ANTONELLA

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.