Fuocherello Pre-Epifania🔥

Fuocherello Pre-Epifania🔥

Siamo a Gennaio 2023 l’anno in cui si decise di abbassare i termostati per i rincari. Mi sono guardata intorno. Ho impilato un mucchietto di scuse, una trentina di altri impegni, tutto in materiale dozzinale. Ne è uscito un bel fuocherello, ma mi ha scaldato per poche ore, le scuse si trovano sempre, pessimo idrocarburo, poco tepore. Le energie che sapevo sarebbero andate sprecate, le ho divise in tre cataste e anche quelle le ho bruciate.

Ci ho aggiunto i dispiaceri, la pretesa infantile di aver sempre ragione, la voglia di litigare, perché la rabbia ci accende ma non ci può riscaldare.

Poi ho bruciato i tre fiammiferi della famosa poesia e spero che Prévert mi scusi! Così ho bruciato anche il metro della mia inadeguatezza, e mi son detta: lavorerò di spessore se non mi sento all’altezza. Ho dato alle fiamme un bel po’ di scadenze, hanno fatto un gran fumo, si impara a non farcela e che non muore nessuno, il mondo va avanti mica poi mi ritiro, scendo e semmai ci risalgo al prossimo giro.

Ho bruciato i manuali su come crescere i figli dopo la maggiore età, i bilanci, i modelli, i prontuari e i consigli, tanto l’unica regola non scritta nei saggi è: abbracciali spesso, di’ una preghiera e resta lì nei paraggi.

Ho bruciato anche quello che non avrò mai, infatti scalda un sacco dar via ciò che ancora non hai, i soldi, la calma, le stanze ordinate e le calze appaiate, assieme a tutte le rate. Ho buttato la noia, il già detto, le parole stantie, le contraddizioni e speriamo ritornino di moda i neuroni!

ANTONELLA

cropped-blogromaislove1

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.